Tv, pay. Mediaset chiede il sequestro di azioni Vivendi

Mediaset ha richiesto il sequestro del 3,5% delle azioni di Vivendi, la quota che avrebbe dovuto ottenere dai francesi in cambio di Mediaset Premium e del 3,5% di Mediaset. Il limite per adempiere al contratto era fissato al 30 settembre, cioè due settimane fa.

E così il Biscione ha, almeno per il momento, disatteso le aspettative di molti (noi inclusi) trascinando in tribunale i bretoni: per l’8 novembre è stata fissata, dal giudice civile di Milano Vincenzo Perrozziello, l’udienza per discutere il ricorso. Il tempismo di Mediaset, è probabilmente dovuto a quanto emerso dalla recente assemblea dei soci: Premium è diventata una voragine insaziabile per Cologno, tanto da aver richiesto una ricapitalizzazione che, appena resa ufficiale, ha causato un calo del 4% circa del titolo di Mediaset. Secondo quanto stimato dagli italiani, il gruppo subirà una perdita di circa 50 milioni per ogni mese di ritardo nell’adempiere all’accordo firmato nei mesi scorsi e, per questo, hanno richiesto al tribunale di obbligare Vivendi a rispettare il contratto che, secondo la loro tesi, sarebbe vincolante, mentre nelle scorse settimane i francesi lo hanno spesso dipinto come un preliminare. In ogni caso, il problema principale rimane sempre lo stesso: secondo i francesi, il piano di break-even di Mediaset è semplicemente irrealizzabile (come del resto confermato dagli analisti di Deloitte e dal profondo rosso dei conti); dal Biscione non hanno, ad onor del vero, mai contestato quest’affermazione limitandosi a richiedere il rispetto del contratto. Vivendi, che aveva cercato di avanzare più volte proposte differenti, probabilmente si difenderà o sostenendo la natura non vincolante del contratto, oppure sostenendo che la firma sia stata ottenuta abbellendo un po’ i numeri e spogliandoli della realtà dei bilanci. (E.V. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Tv, pay. Mediaset chiede il sequestro di azioni Vivendi

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL