Tv, querelle Endemol-Codacons si conclude a favore dell’associazione di consumatori

Scrive l’associazione di consumatori Codacons: "Si conclude davanti al Tribunale penale di Roma – Giudice di pace penale – con una netta e schiacciante vittoria del Codacons e del suo presidente Carlo Rienzi, la querelle legale avviata da Paolo Bassetti (Endemol) contro l’associazione. Come si ricorderà la vicenda, nata dai sospetti sollevati dal Codacons nei confronti della trasmissione "Affari tuoi’, era finita davanti ai giudici dopo che la Procura della Repubblica di Roma – cui il Bassetti si era rivolto per denunciare il Codacons – trasformò l’AD di Endemol da accusatore ad accusato, ritenendo diffamatorie alcune sue affermazioni ai danni del Presidente Codacons.  Il Pm Dott.ssa Maria Pia Barontini, su richiesta della Procura, rinviò a giudizio Paolo Bassetti con il seguente capo di imputazione:  ”Del reato p.c.p. dagli art.81 e 595 comma 2° c.p., per aver offeso,comunicando con più persone, la reputazione del CODACONS, di cui Ursini Giuseppe, è il legale rappresentante pro-tempore, e di Rienzi Carlo” Infatti, durante una conferenza stampa con la quale Paolo Bassetti aveva tentato di difendersi dalla accuse mosse dal Codacons su "Affari tuoi’ – accuse che diverse sentenze hanno riconosciuto come fondate e corrette – l’AD di Endemol aveva affermato: ”che le denunce avanzate dai concorrenti, di brogli nel meccanismo di estrazione sarebbero state non veritiere ma pilotate da altri soggetti, al fine di screditare la trasmissione. Tra questi il Bassetti denunziava in particolare il Codacons nonchè l’ Avv. Carlo Rienzi. L’associazione avrebbe ”aiutato” ed appoggiato tali concorrenti cui loro diffamatori intenti e per questo sarebbe stata con loro denunciata alla Procura della Repubblica, in riferimento, poi, al Rienzi Carlo in particolare affermava”che lo fa sorridere che il Codacons con il suo Presidente Carlo Rienzi difenda chi ci calunnia. Proprio lui che qualche tempo fa rivendicò la paternità di Affari Tuoi, ma poi perse la causa”…”che l’Avv. Rienzi aveva rivendicato il diritto d’autore di -Affari Tuoi- sostenendo che era simile ad un suo progetto televisivo, ma alcune sentenze lo hanno già smentito” Ora Paolo Bassetti, per queste sue affermazioni deliranti e tese a screditare il Codacons, è stato condannato dal giudice dott.ssa Topa, dopo una lunga istruttoria in sede penale, a pagare una multa di 350 euro, oltre al risarcimento delle spese legali in favore del Codacons per 2.800 euro. Il giudice ha rimesso inoltre la causa al Giudice civile per quantificare il danno all’immagine subito sia dall’associazione che dal suo presidente Carlo Rienzi".

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Tv, querelle Endemol-Codacons si conclude a favore dell'associazione di consumatori

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL