Agcom: chiarimenti della Commissione europea del 9 agosto u.s. relativa al provvedimento sul mercato della terminazione fissa

La Commissione ha chiesto in particolare di conoscere le motivazioni dell’allungamento – da quattro a cinque anni – del periodo di asimmetria delle tariffe di terminazione delle reti degli operatori alternativi


L’Autorità, nel prendere atto che la nota della Commissione è una richiesta di chiarimenti e non comporta l’adozione di provvedimenti diversi da quelli notificati, ha dato mandato agli Uffici di predisporre una lettera che in piena concordanza con gli indirizzi della Commissione e tenendone in massimo conto le osservazioni, espliciti le motivazioni dell’Autorità.
Nella risposta sarà ribadito l’impegno a concludere un modello contabile delle reti alternative entro marzo e, successivamente alla definizione di tale modello, a sottoporre a verifica la decisione sulla durata del periodo di asimmetria e sui relativi valori applicabili.
Inoltre, l’AGCOM ribadisce l’impegno a collaborare con la Commissione e le altre Autorità affinché questo modello contabile sia condiviso nell’ambito del gruppo dei regolatori europei (ERG).
Il Presidente Calabrò ha dichiarato “C’è piena sintonia con la Commissione europea, la collaborazione è eccellente, l’AGCOM farà la sua parte nel contribuire all’obiettivo della Commissione della promozione della concorrenza e dell’armonizzazione delle pratiche regolatorie in Europa”.

printfriendly pdf button - Agcom: chiarimenti della Commissione europea del 9 agosto u.s. relativa al provvedimento sul mercato della terminazione fissa