In arrivo le misure economiche compensative per le tv locali che rinunceranno alle assegnazioni DTT

La prima bozza del provvedimento suddivide la somma stanziata di 174.684.709,00 euro nelle 8 regioni già all digital (Piemonte, Lombardia, Veneto, Trentino AA, Friuli VG, Emilia Romagna, Lazio, Campania).

Ad ogni regione è assegnata una somma per il gruppo di frequenze da liberare (8 per il Piemonte, 9 per Lombardia, Veneto, Friuli, Emilia, Lazio, Campania e 2 per il Trentino) il cui ammontare cambia per territorio (per esempio, un canale regionale in Trentino  vale 559.801,19 euro, uno in Lombardia, 5.353.266,94). I destinatari dell’attribuzione delle misure economiche compensative potranno essere: a) operatori di rete in possesso di diritto d’uso in ambito regionale o la cui frequenza assegnata in via provvisoria possa essere utilizzata dal medesimo operatore sull’arco di copertura dell’intera regione; b) network provider in possesso del diritto d’uso in ambito pluriprovinciale, provinciali o limitati all’area di servizio di singoli impianti che, tramite costituzione di un’intesa, chiedano il volontario rilascio di una medesima frequenza in modo che la sommatoria delle loro coperture sia equivalente a quanto previsto dal punto a). Le modalità di presentazione delle domande sono complesse e la presenza di errori ne determina l’esclusione. (E.G. per NL)
 
printfriendly pdf button - In arrivo le misure economiche compensative per le tv locali che rinunceranno alle assegnazioni DTT
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - In arrivo le misure economiche compensative per le tv locali che rinunceranno alle assegnazioni DTT

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL