Libri. Intelligenza artificiale – Il diritto, i diritti, l’etica. A cura di U. Ruffolo. Giuffrè Francis Lefebvre

Intelligenza artificiale

Il volume “Intelligenza artificiale – Il diritto, i diritti, l’etica” esamina il complesso tema delle nuove tecnologie, tra cui spicca inevitabilmente l’intelligenza artificiale, sia dal punto di vista etico-filosofico e sociologico, che da quello giuridico, ove vengono in rilievo diverse branche di queste aree.
Da una prima semplice lettura dell’indice e dell’elenco degli autori, appare fin da subito evidente il valore dello scritto, che si pone dunque fra i manuali da avere per conoscere e approfondire gli aspetti fondamentali della materia.

Aspetti etici

La prima parte del libro è dedicata all’etica, in cui vengono affrontate molte delle problematiche specifiche della materia. Si esamina, dunque, la questione del diritto alla privacy nel mondo digitale, dove si afferma che “nell’era dei Big Data e dell’IA si assiste ad una trasformazione digitale con ricadute sociali così radicali che è necessario esigere un cambiamento dell’approccio etico e giuridico con la riscrittura delle categorie tradizionali e tra queste proprio quelle della privacy […] vi è una ripetuta tendenza, anche nelle società democratiche, da parte dei cittadini a rinunciare spontaneamente a diritti (spesso diritti fondamentali) di fronte ad altri vantaggi utili, ad altre convenienze, a stati di necessità, a situazioni di paura”.
Un’altra questione affrontata è quella propria dell’era digitale, che, nonostante possa essere vista come un’opportunità da parte degli individui, si presenta come un rischio per le persone meno istruite, i Paesi sottosviluppati, le persone più anziane.

Intelligenza artificiale, robotica, etica

La parte dedicata all’etica prosegue analizzando le problematiche che sorgono in materia di intelligenza artificiale, robotica e di decisioni algoritmiche.
Dalla lettura dei capitoli dedicati a questi temi, risulta chiaro come siano tra loro interconnessi e come generino problemi sia a livello di tutela della privacy che di tutela di altri diritti fondamentali. Nonostante ciò, sono messi in luce gli aspetti positivi derivanti dall’utilizzo di tali tecnologie: il volume riporta infatti una citazione di Ray Kurzweil, il quale sostiene che le tecnologie basate sull’I.A. possono consentire di affrontare “le grandi sfide dell’umanità, cioè preservare un ambiente salutare, fornire risorse per una popolazione crescente, sconfiggere le malattie, estendere la longevità dell’uomo, eliminare la povertà”.

Decisioni algoritmiche

Infine vengono esaminati gli aspetti specifici delle decisioni algoritmiche, sia per quanto riguarda gli aspetti etici (ad esempio il rischio di errore) sia per quanto riguarda le loro relazioni con le norme giuridiche, nonché con gli interessi da proteggere.

L’area giuridica

Conclusa la trattazione degli aspetti etici, si aprono i capitoli dedicati alle materie giuridiche interessate dal tema.
L’intelligenza artificiale viene in rilievo nel diritto civile (responsabilità, contratti, persona, privacy), nell’ambito del diritto d’impresa (commerciale, industriale, d’autore, della concorrenza e del lavoro), nel diritto processuale, penale, costituzionale, amministrativo ed europeo.

Nella sezione dedicata al diritto risulta pregevole il capitolo a cura di R. Bichi (Presidente del Tribunale di Milano) intitolato “intelligenza digitale, giurmetria, giustizia predittiva e algoritmo decisorio. Machina sapiens e il controllo sulla giurisdizione”. Tra gli argomenti trattati vi è quello della “giustizia predittiva”, quale “strumento che permette di prevedere, con immediatezza e un maggior grado di precisione rispetto alla valutazione artigianale del privato o del legale, l’esito di un eventuale giudizio”. Altra questione rilevante è quella inerente l’automazione delle decisioni giudiziali, che diverrebbero “espressione di un sistema automatico di valutazione”.

I.A. e realtà operative (5G, sanità, finanza e assicurazioni, pubblicità e comunicazione)

Infine, il volume tratta l’utilizzo dell’intelligenza artificiale in relazione alle principali realtà operative: la gestione delle nuove reti 5G, l’accertamento della responsabilità civile nel sistema sanitario, l’utilizzo di tale tecnologia nella finanza e nelle assicurazioni. L’ultimo paragrafo è poi dedicato all’advertising e al marketing.
Il libro, consigliato a tutti i giuristi, offre una valutazione critica dell’intelligenza artificiale, presentandone in maniera approfondita gli aspetti positivi e negativi.
Edito da Giuffrè Francis Lefebvre, il trattato è disponibile nelle librerie oppure sullo shop online al prezzo di 65 euro. (A.N. per NL)

printfriendly pdf button - Libri. Intelligenza artificiale – Il diritto, i diritti, l’etica. A cura di U. Ruffolo. Giuffrè Francis Lefebvre