NEWSLINET.IT: Newsletter n. 788 del 21/01/2015

newsletter newsline logo1 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 788 del 21/01/2015 newsletter title11 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 788 del 21/01/2015 newsletter topright3 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 788 del 21/01/2015
Il titolo Mediaset è salito ieri in Piazza Affari sulla scorta delle anticipazioni di MF – Milano Finanza secondo cui la società avrebbe incrementato il prezzo degli spazi pubblicitari fino a Pasqua perché si attende un miglioramento degli ascolti complessivi e una ripresa degli investimenti pubblicitari.
elite banner 9b 2 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 788 del 21/01/2015
xchange banner nl7 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 788 del 21/01/2015
banner Elite4 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 788 del 21/01/2015
 
Come stabilito dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 29/12/2014, il 31/01/2015 è l’ultimo giorno per pagare l’acconto del contributo dovuto per il 2014 dagli operatori di rete per l’utilizzo delle frequenze nelle bande televisive terrestri assegnate.
 
La spinosa questione dell’assegnazione delle frequenze UHF, contese tra tv e internet, torna ancora una volta all’ordine del giorno. Il cosiddetto “rapporto Lamy” è stato infatti messo in consultazione pubblica dalla Commissione Europea.
Si allunga la definizione della diatriba per la numerazione sul telecomando dei programmi DTT: il Consiglio di Stato ha posticipato al 20 maggio il termine per la consegna dell’elaborato da parte del commissario ad acta Marina Ruggieri, nominata per far chiarezza dopo i ricorsi di Telenorba contro la delibera Agcom n. 366 del 2010.
L’annosa questione delle procedure connesse alla risoluzione (o riduzione) delle problematiche interferenziali in modulazione di frequenza tra la concessionaria pubblica e le emittenti private, si è arricchita di un nuovo contributo giurisprudenziale costituito da una sentenza di fine 2014 del TAR Lazio.

banner SIT b9 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 788 del 21/01/2015
banner Elite4 0 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 788 del 21/01/2015
banner Radio Mondo9 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 788 del 21/01/2015
I superplayer pay Mediaset (DTT) e Sky (SAT) avrebbero al vaglio un’indigesta alleanza per la nascita di un unico programma (pay) che trasmetterebbe le partite di Champions sia sul digitale che sul satellite.
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 788 del 21/01/2015
Dopo Radio Nostalgia, l’emittente interregionale de La Stampa confluita nel gruppo lombardo Number One dopo una lunga fase di inedia e l’assorbimento nel quotidiano torinese della storica testata genovese Secolo XIX (che pure edita una Radio 19 in attesa di conoscere il proprio futuro), ad avviare un processo di ristrutturazione è la principale tv ligure.
La nuova emittente radiofonica Pavia Più, è da qualche giorno on air su 87.9 Mhz (Pavia e provincia) e frequenze secondarie.
Hanno un odio mortale per l’Occidente, ma ne copiano i mezzi di comunicazione di massa, tradizionali e social. Questa la filosofia comunicativa dell’ISIS.
I diritti connessi come già espresso, sono al servizio del diritto di autore. Il titolo II della legge sul diritto di autore al capo I si occupa dei diritti del produttore di fonogrammi.
Blustar Tv, emittente di Francavilla Fontana in provincia di Brindisi, rischia la chiusura. La televisione diretta da Angela Tanzarella che dal 1987 caratterizza la sua attività sull’informazione lo sport e lo spettacolo ha comunicato a dipendenti e sindacati la cessazione dell’attività ed avviato la mobilità per i quattro giornalisti della redazione.
Stanno giungendo in questi giorni agli operatori di rete DTT le richieste da parte della DGSCERP Divisione IV del Ministero dello Sviluppo Economico per la contribuzione per l’anno 2014 relative all’utilizzo delle frequenze tv assegnate.
Lunedì 2 febbraio 2015 debutta la prima proposta televisiva italiana interamente dedicata al genere telenovela e soap opera versione 2.0: dividerà l’lcn 34 con Mediaset Extra.
Il presidente del gruppo Popolo della Libertà alla Camera dei Deputati ha inviato all’AGCOM un esposto circa la violazione del pluralismo dell’informazione nella trasmissione "Che tempo che fa" condotta da Fabio Fazio su RAI3 (anche con riferimento ai principi tutelati della deliberazione AGCOM 22/06/CSP, art. 2: "completezza e correttezza dell’informazione, obiettività, equità, lealtà, imparzialità, pluralità dei punti di vista e parità di trattamento").
La raccolta dei big player Rai, Mediaset e La7 tira un sospiro di sollievo e si riscatta dal disastroso mese di ottobre: buon ritmo anche per Sky, Mtv e i canali kids di Discovery.
Critiche dal governo turco dopo le dichiarazioni del presidente del consiglio Matteo Renzi in merito alla libertà di stampa in Turchia, rilasciate durante la trasmissione ‘Le invasioni barbariche’ del 14 gennaio.
Partita già in dicembre con una programmazione musicale di prova (decisamente sottotono sia quanto a selezione che a station break), dal 19 gennaio sarà ufficialmente in onda Radio Novella 2000, un progetto leagto all’omonima rivista sviluppato da AGR e dalla concessionaria/editrice PRS con carrier una delle radio del nord Italia del gruppo toscano Mediahit.
L’informazione prodotta dal sistema all news di Mediaset arriva su altre emittenti radiofoniche oltre le cinque (tra reti nazionali e superstation) già affiliate, accodandosi alla tendenza a fornire a stazioni radio contenuti in barter.
Il Consiglio dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni nella riunione del 13 gennaio ha approvato, relatore il commissario Antonio Martusciello, un pacchetto di delibere tutte relative all’evoluzione del settore televisivo ed al suo impatto sulle politiche regolamentari.
Le offerte ricevute per la vendita della quota di partecipazione di Telecom Italia Media (gruppo Telecom Italia) nella società Persidera (network provider frutto dell’unificazione dei multiplexer di TiMedia e di Rete A/L’Espresso) sono state considerate "non soddisfacenti", sicché l’alienazione non e’ per ora realizzabile.
Con recentissima sentenza, il TAR Sardegna si è pronunciato a riguardo di un ricorso avente oggetto le cd. “interferenze internazionali” in modulazione di frequenza.
Recuperato in extremis l’anno negli investimenti pubblicitari. Nielsen ha reso noti gli investimenti nel mercato pubblicitario in Italia nel periodo gennaio-novembre 2014, che registra un – 2,6%, segno negativo decisamente più accettabile rispetto alle fosche previsioni di giugno.
Spender-in-chief, questo il soprannome che la rivista americana Forbes ha appioppato a Marissa Mayer, ex manager di Google e dal 2012 a.d. della piattaforma Yahoo!.
E’ stato perfezionato il 13/01 il closing dell’accordo con cui l’operatore spagnolo Telefonica (tramite la controllata Telefonica de Contenidos) ha acquisito l’11,1% delle azioni di Mediaset Premium Spa per un corrispettivo di 100,0 milioni di euro.
"Charlie esaurito, ripassate domani alle sette": erano esaurite in tutta la Francia già dalle dieci del mattino le copie dell’attesissimo numero 1178 di Charlie Hebdo con la copertina di Maometto che piange la strage con il cartello ‘Je suis Charliè e la scritta "È tutto perdonato".
Brevi riflessioni sulla sentenza del Tribunale di Milano, 17 dicembre 2014, n. 15079. Il concetto di “fonogramma” non è specificato dalla Legge italiana.
La società guidata dal presidente e amministratore delegato Paolo Bassetti si lascia alle spalle i pesanti oneri dello scorso triennio e torna a produrre utili, con l’obiettivo di consolidare l’ottimo risultato del 2014.
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 788 del 21/01/2015
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 788 del 21/01/2015

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO