Home Radio e TV Pay-tv. Sky raggiunge il sospirato accordo con Perform per le 3 partite...

Pay-tv. Sky raggiunge il sospirato accordo con Perform per le 3 partite di A e la serie B e presenta una stagione sportiva ‘faraonica’

SHARE
perform, sky, dazn

L’intesa Sky-Perform c’è. Ce n’è voluta ma alla fine l’accordo – che era nelle cose fin dall’esito dell’ultima gara decisiva per i diritti di serie A – è arrivato. Il risultato finale è che, come si immaginava, Sky potrà offrire l’intera serie A a chi la vorrà, sfruttando soprattutto l’avanzata tecnologia di Sky Q e pure la serie B (qui però ancora non si sa nulla sulla partita in chiaro per Rai o Mediaset), oltre a Champions League, Europa League e molte altre cose. Una potenza di fuoco impressionante, che purtroppo per Mediaset, farà presto dimenticare i successi del Mondiale in chiaro ‘targato Cologno’, anche se con un altro accordo con Perform Premium ha salvato il suo ormai ristretto orticello e, visti i chiari di luna, si accontenta pure.
Ma veniamo ai particolari dell’intesa Sky-Perform, resi noti, come si immaginava, in occasione della fastosa presentazione della nuova programmazione sportiva di Sky mediante apposito comunicato.

Sky ha dunque raggiunto un accordo con Perform per completare l’offerta di calcio per i propri abbonati. Alle 7 partite di Serie A in esclusiva per ogni giornata – con 16 big match su 20 a stagione – e a tutta la Champions League, l’Europa League e la Premier League, si potranno aggiungere anche le partite trasmesse in streaming dalla piattaforma Dazn (tanto pubblicizzata in questi giorni): 3 match di Serie A per ogni turno e quasi tutta la Serie B.
Grazie all’accordo con Perform, infatti, la app di Dazn verrà integrata su Sky Q, la piattaforma di ultima generazione di Sky. Sarà quindi possibile accedere a questo servizio aggiuntivo a pagamento in modo semplice direttamente dalla home di Sky Q e fruirne comodamente sul proprio televisore. Su Sky Q si potranno vedere tutte le partite di serie A, quelle di serie B, tutta la UEFA Champions League, la UEFA Europa League e la Premier League, senza dimenticare tutti gli altri eventi esclusivi dell’offerta sportiva di Sky.

Sky offrirà inoltre condizioni vantaggiose ai propri abbonati per l’acquisto di ticket che consentiranno di accedere ai contenuti di Dazn. Questi ticket, oltre che su Sky Q, potranno essere fruiti anche sui device connessi: tablet, smartphone, computer, smart tv e console per videogiochi.
Intanto, sempre in tema di diritti, ha provocato un certo clamore la novità dell’opportunità di trasmettere le partite di serie A anche nei cinema e nei teatri, sia pure situati ad almeno 80 Km dagli stadi ‘di riferimento’. Ma, a completare del tutto il quadro, ci sono anche nientemeno che i diritti radiofonici (sarebbe clamoroso se ‘Tutto il calcio’ e RadioRai non venissero confermati nel loro ruolo) e la questione degli highlights in chiaro, promessi alla Rai per salvare il salvabile di ‘90° minuto’, ma siccome qui non ci sarà esclusiva, anche Mediaset potrebbe averli (i Tg restano a parte, ovviamente, per via del diritto di cronaca).

Sky ha intanto presentato, come si diceva, in pompa magna i propri palinsesti sportivi (soprattutto calcistici, ma ovviamente non solo).
Come già noto, ci sarà il nuovo canale dedicato Sky Sport Serie A ed è stata predisposta una nuovissima offerta sportiva complessiva con una serie di canali, in sostanza, ‘specializzati’. C’è talmente tanto da vedere che Ilaria D’Amico, dopo quindici anni alla guida di “Sky Calcio Show” la domenica, passerà al calcio internazionale e alla Champions e avrà al suo fianco Alessandro Costacurta, che rientra a Sky. Prestigiosa new entry per la squadra di Sky Sport è poi Andrea Pirlo, ma ci sarà anche Fabio Capello, a sua volta per la prima volta nella squadra di Sky Sport.
All’Europa League ci penserà Anna Billò, mentre non mancheranno la citatissima Premier League e la Bundesliga, visto che Fox Sports non c’è più.
Il più povero (per le poche partite) pomeriggio della domenica sarà ora affidato da Sky a Alessandro Bonan, con Gianluca Di Marzio e Marco Bucciantini.

E ancora, Realtà Aumentata, un modello 3D in realtà virtuale, Totem Led, 4K HDR, Sky Soundbox e Sky Sport Tech Plus, insomma tecnologia come piovesse.
Per gli altri sport, ancora Wimbledon, NBA, Formula 1, MotoGP, golf, rugby, l’ATP Masters 1000 di tennis, l’atletica della Diamond League, il Super Rugby e molto altro ancora.
E per la prima volta la Serie A di Sky, Champions ed Europa League non saranno visibili soltanto via satellite ma anche sul digitale terrestre e via fibra. (M.R.per NL)