Home Radio e TV Radio. Aumenta l’ascolto della Radio via smartphone. Ma sono soprattutto gli aggregatori...

Radio. Aumenta l’ascolto della Radio via smartphone. Ma sono soprattutto gli aggregatori a fare il pieno

Replaio, smartphone

Negli ultimi anni gli smartphone sono diventati un accessorio indispensabile della nostra vita quotidiana: ormai non possiamo fare a meno di utilizzarli in qualunque momento della nostra giornata, magari anche per scacciare la noia nei tempi morti tra un’attività e un’altra, senza averne davvero bisogno.
La fruizione dei contenuti multimediali è una delle attività che eseguiamo più spesso dai nostri cellulari: oltre ai milioni di video in streaming disponibili sulle tante piattaforma online, siamo spesso all’ascolto della musica di ogni genere, fornita da servizi gratuiti e a pagamento, tanto che i cellulari sono diventati oggi uno dei media su cui si concentra maggiorente le pubblicità di massa, specialmente quella rivolta alle fasce d’età tra i 16 e i 35 anni.

Non solo musica, ma anche dirette live

Quello di ascoltare la radio sul proprio smartphone è diventato uno degli utilizzi preferiti da parte degli italiani: il tempo trascorso ad ascoltare la radio è secondo solo a quello passato a giocare sui casinò online, ormai sbarcati in forze sui tanti siti accessibili via WiFi, e che hanno fatto la fortuna di NetBet IT e delle altre piattaforme di giochi online in tutta Europa. Per giocare a poker o a blackjack, basta ormai utilizzare un qualunque smartphone, ed è per questo che molti giovani e adulti passano tanto tempo sui tavoli virtuali.
Per ascoltare la radio sul proprio smartphone, basta invece installare una delle tante app aggregatrici di flussi streaming disponibili online. L’ampia gamma di applicazioni di questo genere, per lo più gratuite, è uno dei motivi del ritorno all’ascolto della radio da parte dei giovani, e non solo. Come pure la massiccia presenza di emittenti che trasmettono via internet le dirette in streaming delle proprie trasmissioni radio.
Il loro aumento vertiginoso, rispetto a pochi anni fa, e l’adeguamento dei palinsesti radiofonici verso un pubblico sempre più giovane e multimediale, hanno fatto sì che l’ascolto dei canali radio diffusi via internet, e ascoltabili dal cellulare attraverso una connessione WiFi, stia sempre più sostituendo l’ascolto dei propri brani musicali durante le attività che svolgiamo all’aperto, tra cui correre, andare in bici e così via.

Le app disponibili per ascoltare le radio dal cellulare

Tra le applicazioni più utilizzate per ascoltare la radio sul proprio cellulare, ci sono il colosso mondiale TuneIn e  FM-World. Si tratta di un servizio tutto italiano che permette di accedere ai canali radiofonici, selezionandoli per città e regione grazie a una grafica semplice, e che offre tra l’altro anche news e aggiornamenti relativi ai programmi delle radio, interviste e altri contenuti interessanti. Oltre al servizio live streaming, che consiste nell’ascoltare la radio in tempo reale, come su un tradizionale apparecchio, FM-World permette di seguire i principali avvenimenti sportivi, o di riprodurre i brani musicali on demand, e di collegarsi ai sistemi Car-Play ormai presenti sulle auto di recente produzione.

Dalla Polonia: Replaio

Se invece si vogliono ascoltare le stazioni radio che trasmettono da tutto il mondo, e che sono accessibili solo via internet, si può ad esempio utilizzare Replaio: con più di 30.000 radio ascoltabili, c’è davvero solo l’imbarazzo della scelta. Replaio è anche ricca di funzionalità di pratico utilizzo, come ad esempio la possibilità di aggiungere alle proprie playlist su Spotify i brani che si stanno ascoltando alla radio, o di collegarsi ai sistemi Android Auto, o Google Chromecast. (E.G. per NL)