Radio e tv. Ancora sul vento che ha devastato il Nord Italia

Il forte uragano che si è abbattuto nella notte di ieri sul centro Italia ha causato ingenti danni anche alle stazioni radiotelevisive.

Abbiamo già dato conto del crollo di un traliccio ripetitore in località Santa Lucia a Fontia in provincia di Carrara che ha causato, tra gli altri, la sospensione dei programmi di Tele Toscana Nord, Tele Riviera, Antenna 3. Ora se ne aggiungono, purtroppo, anche altri  e segnatamente i supporti meccanici della Versilia ubicati a Pedona che veicolano. tra le tante, la programmazione di Rete Versilia e Noi Tv ed in Liguria, rispettivamente a Capo Berta e a Sanremo, dove sono stati coinvolte le antenne di Imperia Tv, Canale Italia, TeleCupole e Tele Liguria. Dalle ore 2 di giovedì mattina a causa delle forti raffiche di vento che hanno danneggiato in molti punti le linee aeree, circa 15.000 utenze sono rimaste senza elettricità, mentre sono state 6.800 gli allacciamenti rimasti per ore privi di alimentazione – e in alcuni casi anche di linea telefonica – a causa del maltempo nei soli comuni di Montignoso, Massa e Carrara ed in Versilia (di queste circa 4.000 nei Comuni della costa e 2.000 in Lunigiana). (R.R. per NL)
printfriendly pdf button - Radio e tv. Ancora sul vento che ha devastato il Nord Italia