Home News Ticker Tv Radio e Tv locali, Basilicata. Agi ci prende gusto e dopo Cronache...

Radio e Tv locali, Basilicata. Agi ci prende gusto e dopo Cronache Lucane Tv crea altre quattro emittenti, rilevando un ramo d’azienda di Tele A

Agi

Ancora una nuova iniziativa televisiva in Basilicata da parte del gruppo che fa riferimento alla concessionaria Agi e che ha in Radio Potenza Centrale la sua emittente ‘di riferimento’, con accanto una serie di altre stazioni radiofoniche e testate giornalistiche. La prima idea realizzata è stata quella di Cronache Lucane Tv, solo alcune settimane fa, come questo periodico ha a suo tempo puntualmente riferito.
Ora, siccome si sa che l’appetito vien mangiando, ecco che Agi va già molto oltre, dando vita ad alcune altre Tv e rilevando anche il ramo d’azienda lucano della nota emittente campana Tele A, evidentemente non più molto interessata alla regione vicina (Tele A è peraltro visibile tuttora anche in Puglia e in altre zone d’Italia, oltre alla Campania). La ‘dotazione ricevuta’ permette al gruppo Agi di ampliare molto (almeno potenzialmente) il raggio delle attività televisive, anche guardando all’intrattenimento, oltre che all’informazione.

Dal comunicato stampa emesso nel dicembre scorso, apprendiamo dunque che “si rafforza il polo dell’informazione e della comunicazione della Agi… Ora sono cinque le Televisioni che fanno parte del gruppo della più grande concessionaria lucana”.
Fanno parte dell’ormai folto gruppo Radio Potenza Centrale, Radio Globo, Radio Eva e Radio Studio per quanto riguarda le emittenti radiofoniche, il ‘Roma’ e ‘Cronache Lucane’ per quanto attiene il ramo dei quotidiani, rispettivamente in edicola e online, e da poco, come appunto si diceva, anche la ‘Tv all news che parla solo lucano’, ovvero Cronache Lucane Tv.
Ma poco prima di Natale “è stato ufficializzato l’acquisto anche del ramo di azienda lucano della campana Tele A, facente parte del gruppo Abbaneo. Un’acquisizione che porterà in dote al gruppo altri 4 canali televisivi, portando a 5 le Tv gestite. Il piano editoriale è chiaro: differenziare l’offerta arrivando a tutti i target possibili”.

E così c’è già un preciso progetto per le nuove reti televisive che stanno prendendo il via. Si tratta di Basilicata 1 (canale 619), dedicata agli approfondimenti, Tele Studio (canale 618), che si occuperà dell’intrattenimento con varietà e quiz show, Mojito Tv (canale 617), che sarà dedicata al divertimento e al tempo libero, e infine, inevitabilmente, di Radio Potenza Centrale Tv (canale 743), che sarà la rete legata all’emittente ammiraglia del gruppo.
Legittimo – ci pare – l’orgoglioso commento della stessa Agi: “In un momento di così forte crisi per il segmento editoriale, Agi è una ‘mosca bianca’ nel panorama lucano ma anche in quello nazionale. Mentre infatti la Basilicata è sempre più terra di conquista di gruppi extraregionali, Agi inverte la tendenza. Non lasciandosi colonizzare dal’editoria delle regioni limitrofe, anzi acquisendo da esse. Un bel segnale’ per una Basilicata che non vuole arrendersi, che non si rassegna e rilancia”. (M.R. per NL)