Home News Ticker Tv Radio. Indagine TER, Linus (Radio DeeJay): la Radio sta cambiando. Fidelizzazione essenziale...

Radio. Indagine TER, Linus (Radio DeeJay): la Radio sta cambiando. Fidelizzazione essenziale perche’ ci stiamo spostando dalla FM verso altri device

SHARE
radio DeeJay, Linus, indagine TER

Come noto, sono stati pubblicati oggi i nuovi dati di Radio TER, l’indagine realizzata con metodo CATI dal Tavolo Editori Radio (TER) e condotta da Gfk/Ipsos, relativi agli ascolti del mezzo Radio, II° Semestre 2018 (60.000 casi – dal 26/06 al 17/12) e Anno 2018 (120.000 casi – dal 30/01 al 17/12), per i valori “Giorno Medio”, “AQH (ascoltatori nel quarto d’ora medio)” e “7 giorni”.
Completano l’impianto della indagine TER ulteriori 20.000 interviste, realizzate per TER dall’istituto Doxa, con informazioni relative all’utenza fino ai 28 giorni.
Radio Deejay, col miglior andamento nell’AQH tra le principali emittenti nazionali (+6,3%) rispetto all’anno 2017, si conferma sopra i 5 milioni nel Giorno Medio (5.049 mila) – spiega una nota inviata a questo periodico dal gruppo GEDI che edita Radio DeeJay, Radio Capital e m2o -. A questi si aggiungono i valori dei profili social che consolidano la forza del brand più seguito a livello nazionale: 2,2 mio like su Facebook, 2,3 mio di follower su Twitter, 600.000 su Instagram”.

FSMA LCN musicale nazionale arco 200 banner 900x420 897x419 - Radio. Indagine TER, Linus (Radio DeeJay): la Radio sta cambiando. Fidelizzazione essenziale perche' ci stiamo spostando dalla FM verso altri device

Come tutti i mezzi di comunicazione, anche la radio sta cambiando – commenta Linus –. Sempre di più la fruizione segue altri percorsi, ha ormai altri orizzonti. La fidelizzazione (AQH) è importante perché si traduce in ascoltatori che poi migrano verso altri device portandoci con loro. Da qui il nostro impegno verso tutti i canali paralleli”.
Radio Capital, con quasi 1,6 milioni di ascoltatori nel Giorno Medio, “registra un incremento del +3,1% rispetto al 2017 nell’AQH, dove recupera due posizioni nella graduatoria delle emittenti nazionali”.
I dati sugli ascolti ci soddisfano e ci confortano – spiega il direttore di testata Massimo Giannini -. La nuova via che abbiamo imboccato è giusta. Oggi più che mai, la radio si conferma il medium più moderno e capace non solo di competere, ma anche di integrarsi con la Rete. E oggi più che mai Capital, con la forza della sua squadra e l’autorevolezza delle sue firme, si conferma la Radio ideale per rilanciare l’informazione di qualità. Senza dimenticare la grande musica”.
Nessun sostanziale commento sui dati della indagine TER per m2o che, con 1.583 mila ascoltatori nel Giorno Medio nel 2018, “si prepara all’imminente lancio della nuova emittente, sotto la Direzione Artistica di Albertino”. (E.G. per NL)