Home Radio e TV Radio e Tv 4.0. Il gruppo Elenos scommette sull’Internet of things per...

Radio e Tv 4.0. Il gruppo Elenos scommette sull’Internet of things per controllare i trasmettitori. 6300 tx in linea

Il Gruppo Elenos, annuncia la disponibilità entro la prima metà del 2018 del primo prodotto di una nuova linea di transceiver/gateway indirizzati al mondo IOT (internet of things) su tecnologia LoRa/LoRaWan.
Congiuntamente sarà rilasciata una nuova versione cloud & open del sistema di telemetria attualmente utilizzato da più di 6300 trasmettitori Elenos ed Itelco installati in tutto il mondo.
Dopo aver osservato i principali trend tecnologici dell’IOT degli ultimi 5 anni ed effettuate alcune sperimentazioni interne – dichiara Gianluca Busi, Head of Marketing della Elenos – abbiamo deciso di consolidare la nostra presenza nel mondo IOT su con due precise linee di investimento, la prima fa leva sulla nostra pluridecennale esperienza, di Elenos ed Itelco, nei prodotti per il broadcasting utilizzati in tutto il mondo nelle condizioni operative più sfidanti, la seconda sfrutta le competenze accumulate nello sviluppo sw embedded/mobile e nelle interfacce utente evolute che costituiscono la value proposition di 22HBG“, aggiunge Busi.

L’IOT di domani – continua il manager – avrà necessità di protocolli di trasporto del dato specifici, sicuri ed a basso dispendio di energia, per questo crediamo che lo standard LoRa/LoRaWan abbia tutte le caratteristiche per soddisfare esigenze di grandi aziende, pubbliche amministrazioni, service provider. La necessità di utilizzare successivamente questo dato a supporto dell’efficientamento di processi produttivi ma anche di servizi alla persona, non può prescindere dalla capacità di presidiare i devices mobili come smartphone e tablet su cui abbiamo maturato una notevole esperienza cross-platform”.
“In conclusione credo 
che la filiera di competenze, le capacità produttive e la presenza su mercati globali del Gruppo Elenos opportunamente declinate nel mondo IOT, possa far espandere la nostra presenza ben oltre il mondo del broadcasting in cui siamo leader”, chiosa Busi. (E.G. per NL)