Home News Ticker Tv Radio e Tv locali, Emilia-Romagna. Radio Parma cerca nuovi speaker con un...

Radio e Tv locali, Emilia-Romagna. Radio Parma cerca nuovi speaker con un talent Tv in vista di un rilancio nel 2019

SHARE
Radio Parma

Radio Parma On Air è il talent di 12 Tv Parma interamente dedicato al mondo della Radio in onda in queste settimane sull’emittente televisiva parmigiana, ormai l’unica della città dopo la recente unificazione con Teleducato.
Parliamo dunque di Televisione ma  anche di Radio, in tutto e per tutto, perché i concorrenti del talent sono chiamati a dimostrare di saper condurre programmi radiofonici di diverso genere, si sottopongono al giudizio di una giuria di veri esperti in questo campo e soprattutto aspirano ad entrare a far parte dell’organico di Radio Parma (stazione collegata proprio a 12 Tv Parma e al quotidiano ‘La Gazzetta di Parma’), in vista di un rilancio dell’emittente, di lunghissima tradizione, previsto per il prossimo anno.

L’idea è inedita per Radio e Tv Parma (o meglio, ormai, 12 Tv Parma) e ha pochi eguali non solo a livello locale ma anche nazionale (si ricorda solo l’iniziativa analoga varata tempo fa da RDS, come vedremo), perciò è assolutamente meritoria e interessante; in più il programma è molto ben realizzato anche dal punto di vista televisivo ed è molto ben montato, sottoponendo al pubblico tutti i momenti essenziali delle selezioni di questo ‘Dj Contest 2018’ (altra sigla utilizzata per la trasmissione), che vede la partecipazione di 52 aspiranti speaker: al termine, fra qualche settimana, ne rimarranno solo due.
Il programma, ‘Radio Parma on air’, appunto, è di Nello Fochetti, con Mascia Foschi, Marco Reverberi e Robi Bonardi quali giudici e la partecipazione di Simonetta Collini e Andrea Gatti; va in onda su 12 Tv Parma la domenica alle 21.10. ‘La Gazzetta di Parma’ ne ha parlato in sede di presentazione (a settembre) in questi termini: “Chissà quanti, ascoltando gli speaker alla Radio lanciare l’ultima hit di qualche star internazionale o scherzare con gli ascoltatori in linea, avranno invidiato quelle voci dinamiche, capaci di imprimere ritmo a un viaggio o a una giornata, e avranno pensato: «Potrei fare lo speaker anch’io».

Bene, il momento per mettersi alla prova sta per arrivare grazie a «Radio Parma On Air. Speaker Radio contest 2018», che darà la possibilità a tutti quelli che credono di avere una voce che «acchiappa» e, soprattutto, che si sentono la parlata fluente e magnetica, di potersi misurare con altrettanti aspiranti speaker. Per i vincitori, in palio c’è la possibilità di partecipare al nuovo format che a partire dall’inizio del 2019 avrà come obiettivo il rilancio di Radio Parma.
Il contest, di cui Nello Fochetti è autore e regista, si ispira a ‘Rds Academy’ (appunto; N.d.R.), ma con una differenza sostanziale: qui non ci saranno lezioni. Il contest di Radio Parma metterà subito alla prova i concorrenti in una serie di sfide in cui la capacità di usare la voce sarà la qualità determinante che assicurerà la vittoria.
«Dopo una prima selezione dei provini che ci manderanno gli aspiranti speaker – spiega Fochetti – tre giurati valuteranno la validità delle varie performance davanti ai microfoni. I concorrenti dovranno, ad esempio, provare a lanciare una canzone di un artista famoso, oppure si cimenteranno nella realizzazione di un’intervista».

Chi saprà essere più coinvolgente, la spunterà sugli altri e passerà alle manche successive, fino ad arrivare alla finalissima, dove si sfideranno due uomini e due donne.
«Il contest prevede la vittoria di una donna e di un uomo, i quali prenderanno poi parte al nuovo format che, con ogni probabilità all’inizio del prossimo anno, darà nuova linfa a Radio Parma, in vista del rilancio dell’emittente».
Il contest… sarà trasmesso da 12 Tv Parma e gli aspiranti conduttori radiofonici potranno formalizzare la propria iscrizione registrandosi sul sito www.radioparmaonair.it”.
E a questo punto non può mancare un accenno alla gloriosa storia di Radio Parma, iniziata quasi 44 anni fa. Risale infatti al 1° gennaio 1975 l’inizio dei programmi, con la voce di Anna Maria Bianchi intenta a dare lo storico annuncio di partenza delle trasmissioni regolari di una delle primissime (o la prima in assoluto, si sa che su questo non ci sarà mai accordo) emittenti libere italiane in Fm.Redazione Tv Parma - Radio e Tv locali, Emilia-Romagna. Radio Parma cerca nuovi speaker con un talent Tv in vista di un rilancio nel 2019

Radio Parma nacque per iniziativa dell’imprenditore di Sala Baganza Virginio Menozzi, che si avvalse della collaborazione del giornalista Carlo Drapkind, primo direttore dell’emittente. I programmi vennero mandati in onda con un vecchio trasmettitore militare, giorno per giorno si perfezionarono i programmi e arrivarono schiere di giovani entusiasti.
Radio Parma si caratterizzò subito per l’equilibrio fra musica e parlato, fra informazione locale e nazionale. Ai microfoni si alternarono nomi che hanno fatto la storia dell’emittente: Mauro Coruzzi (l’attuale Platinette), la già citata Anna Maria Bianchi (purtroppo scomparsa nel luglio scorso), Claudia Magnani, Elisabetta Zanlari, Roby Bonardi, Emanuela Merlo (oggi in Rai) e Corrado Abbati. Tra i giornalisti, Gian Carlo Ceci e Pino Colombi furono i primi ad effettuare le radiocronache del Parma; tra i giovani a muovere i primi passi, anche Giuliano Molossi, che è stato poi direttore dell’emittente. (M.R. per NL)