RAI, par condicio, conduttori in rivolta. Bersani (PD): decisione agghiacciante

Dura condanna da parte del segretario del Partito Democratico Pier Luigi Bersani della soppressione dei talk show giornalistici in nome della par condicio.

Una decisione che agli occhi europei apparira’ ”agghiacciante” e comunque ispirata ad una logica ”autoritaria’‘ e ”antidemocratica”. ”Io – ha detto Bersani rispondendo alle domande dei cronisti a Montecitorio – dico che se questa decisione fosse osservata, come sicuramente sara’ osservata, dall’Europa, dagli altri paesi occidentali, sembrera’ loro agghiacciante. Credo che ci sia stata un’interpretazione autoritaria delle norme della par condicio e credo che in questo modo non si chiuda la bocca solo e tanto alla politica, si chiude la bocca alla societa’ e ai suoi problemi. Mi pare una cosa gravissima. Ci sarebbe stata benissimo la possibilita’ anche di avere un regime particolare per la presenza dei politici, al limite anche di escluderli, ma non di zittire le trasmissioni che danno o comunque possono illuminare quello che non e’ visibile di questa societa’ che possono dare voce a questa societa. Attenzione – ha concluso Bersani – che se tutto questo viene battezzato politica e la politica a questo punto viene espulsa, noi ci mettiamo in una situazione che e’ sconosciuta a qualsiasi paese civile, democratico. Ritengo quindi che sia una decisione gravita’ assoluta”. (fonte ASCA)
 
printfriendly pdf button - RAI, par condicio, conduttori in rivolta. Bersani (PD): decisione agghiacciante
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - RAI, par condicio, conduttori in rivolta. Bersani (PD): decisione agghiacciante

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL