Protesta delle radio e tv locali contro la decisione del Governo di cancellare le provvidenze a favore di chi fa informazione libera ed indipendente: migliaia e migliaia di spot già in onda

Ormai non c’è dubbio che il governo Berlusconi abbia capito l’enorme errore politico commesso nel sottovalutare la reazione delle emittenti locali alla decisione di cancellare le provvidenze editoriali per oltre venti anni riservate a chi faceva informazione libera ed indipendente a tutto vantaggio del ristrettissimo novero delle testate della Casta.