Home Radio e TV Tv. Rai 3: dal 2018 le novità con un palinsesto ristrutturato

Tv. Rai 3: dal 2018 le novità con un palinsesto ristrutturato

SHARE

Con l’anno nuovo sono previsti grandi cambiamenti in casa Rai 3. La rete televisiva si sta risollevando dopo aver incassato un duro colpo dovuto alla fuga di volti noti: Fabio Fazio con “Che tempo che fa” è migrato in Rai 1, in onda la domenica in prima serata; Gerardo Greco, conduttore di “Agorà” dal 2013, ha preso la direzione del Gr Rai e di Radio 1; Diego Bianchi, in arte “Zoro” e tutto il team di “Gazebo” sono passati a La7.
Anche il passaggio di direzione frenetico non ha di certo giovato al palinsesto: dal 2009 al 2016, infatti, si sono passati la palla a più riprese Paolo Ruffini e Antonio Di Bella. A questi si sono poi succeduti Andrea Vianello e Daria Bignardi, fino all’agosto 2017, quando è stato eletto direttore Stefano Coletta. Ed è proprio Coletta che ha preso in mano le redini e, da subito, ha manifestato la volontà di rilanciare il terzo pulsante del telecomando: “Voglio riportare gli ascolti in prima serata e rafforzare le 24 ore. Nonostante abbiamo perso dei pezzi importanti, Rai 3 rimane pur sempre la terza rete per audience nelle 24 ore”. Coletta Rai 3 - Tv. Rai 3: dal 2018 le novità con un palinsesto ristrutturatoIl direttore è, infatti, ottimista riguardo alle novità introdotte a partire da gennaio. Carlo Conti, ad esempio, ha aperto il nuovo anno con “Ieri e Oggi”, programma amarcord di cinque puntate in seconda serata. Un nuovo volto di Rai 3 è, poi, Michele Santoro che ha esordito con “M”, programma di approfondimento d’attualità sui leader politici, in onda il giovedì alle 21.15; Valerio Mastandrea ha dato il via alla prima stagione della serie “La linea verticale”, il sabato in prima serata. Infine, a Veronica Pivetti è stata affidata la conduzione del programma “Amore criminale”, trasmesso la domenica alle 21.30.