Web. Tariq Krim: Europa torni ad autonomia tecnologica e culturale. E’ questione di sicurezza nazionale

tariq krim

Tariq Krim: In Europa non abbiamo più leader tecnologici, perché abbiamo favorito le grandi aziende come le telco e non credevamo nelle piccole startup. Il software è cultura e in Europa questa cultura manca. Una parte sempre più grande dei nostri dati viene archiviata e gestita da società all’estero, e questo è un rischio enorme. Abbiamo bisogno di quote europee per il software, esattamente come le abbiamo in Francia per la musica. Le aziende dovrebbero smettere di preoccuparsi delle visualizzazioni e dei mi piace, abbandonare le piattaforme di terze parti e riappropriarsi del rapporto diretto con i lettori/clienti.

Podcast di Media Monitor per il 16 maggio 2022

Questa settimana abbandoniamo il focus italiano-centrico per parlare con Tariq Krim dell’indipendenza dei dati in Europa, del perché tutte le grandi piattaforme  hanno sede negli Stati Uniti e di come le organizzazioni di media europee dovrebbero lasciare le piattaforme di terze parti e riportare la relazione con i clienti nelle proprie mani. L’intera conversazione (in inglese) è disponibile in formato podcast.

foto 1 - Web. Tariq Krim: Europa torni ad autonomia tecnologica e culturale. E' questione di sicurezza nazionale

Tariq Krim

Tariq è uno scrittore, imprenditore e inventore. Nella sua breve biografia in rete afferma che, dopo aver contribuito a creare il Web 2.0, ora sta lavorando per rendere Internet un posto più piacevole in cui vivere.

Netvibes e Jolicloud

È stato il creatore di Netvibes e fondatore di Jolicloud. Nel 2008 è stato il primo cittadino francese nominato dal MIT Technology Review come uno dei primi 35 innovatori al mondo sotto i 35 anni. È Chevalier de l’Ordre des Arts et des Lettres (Cavaliere dell’Ordine delle Arti francese).

L’intervista

(Newslinet) – Innanzitutto due parole su chi sei e la tua esperienza in Francia e nella Silicon Valley.
(Tariq Krim) – Sono un imprenditore francese, opero da Parigi ma ho anche vissuto a San Francisco negli anni ’90, quindi ho entrambe le culture. Mi occupo di computer sin dagli albori del web, in realtà, prima ancora che esistesse il web: quando si usavano telefono e modem.
Poi sono stato coinvolto in quello che chiamavamo web 2.0, la reinvenzione del web. Per decenni Internet è esistito, ma in pratica non è successo nulla. Poi arriva un certo Netscape/Mozilla che (re)inventa il browser permettendo a molte aziende come la mia (Netvibes all’epoca) di fare cose nuove.
Al momento sto scrivendo della storia di Internet: diciamo che mi sto prendendo del tempo per guardare indietro e capire come siamo arrivati ​​​​dove siamo oggi.

crwkmywobgmppayz 1648354446 1 - Web. Tariq Krim: Europa torni ad autonomia tecnologica e culturale. E' questione di sicurezza nazionale

Musk e Twitter

(NL) – Sembra che nel 2022 tutti si concentrino sui pericoli di un Twitter di proprietà di Musk e nessuno si preoccupi più di Facebook e della questione degli algoritmi che amplificano i contenuti divisivi. Qual è il tuo punto di vista?
(Tariq Krim) – La questione dei social è sempre stata la stessa, abbiamo permesso alle macchine e ai computer di entrare nella nostra vita personale, nella nostra intimità. Permettiamo loro di accedere a foto o messaggi o testi, tutto ciò che possediamo: la nostra playlist musicale, la nostra playlist video. E il problema è, credo, che questo è un presupposto molto pericoloso, perché entrando nello spazio intimo puoi effettivamente cambiare la convinzione delle persone. Puoi cambiare la posizione delle persone; cambi il modo in cui queste reagiscono agli eventi.

Rabbia

All’improvviso, di punto in bianco, le persone iniziano ad essere arrabbiate per temi che magari non capiscono, solo per il modo in cui queste notizie e informazioni sono entrate nel loro spazio intimo. I social media cercano di raggruppare persone con la stessa convinzione, quindi questa rabbia viene amplificata, amplificando il fatto che le persone parlano solo con persone che sono a loro volta arrabbiate.

Magari questo tipo di approccio è ottimo per le aziende, ma…

Magari questo tipo di approccio è ottimo per le aziende, perché puoi facilmente vendere i tuoi prodotti a qualcuno che è arrabbiato, a qualcuno che puoi effettivamente manipolare facilmente. Ma siamo al punto che questo sta avendo effetti molto grandi sulla nostra democrazia, sul dibattito pubblico e perfino sulla politica sanitaria.

foto 2 1500x500 1 - Web. Tariq Krim: Europa torni ad autonomia tecnologica e culturale. E' questione di sicurezza nazionale

Anti Vax

Molte persone che avevano bisogno di assistenza sanitaria di base, che avevano bisogno di vaccini sono diventate le più rumorose sostenitrici del non usarle. Alcuni di loro sono addirittura morti. Questa è la tragedia di dove siamo oggi, disponiamo di tutta la tecnologia di cui abbiamo bisogno e le persone non credono più nella scienza.

L’Europa e i giganti della tecnologia

(NL) – Parliamo dei colossi della tecnologia. La Francia ha qualche società globale – come Daily Motion, Qwant ecc. Eppure nessuna è diventata dominante, come accaduto invece a Spotify.
(Tariq Krim) – Questa è una domanda molto, molto, molto interessante. Un tempo avevamo i leader nella tecnologia: le telco, gli operatori di telecomunicazioni. Le società di telecomunicazioni erano grandi aziende con regole e business molto importanti.

Un gigante in ogni paese

Con le società di telecomunicazioni, quello che fai è dividere il mondo in luoghi diversi e in ognuno esistono solo pochi operatori. Con la deregolamentazione delle telecomunicazioni sono entrati alcuni operatori in più, come Vodafone Orange, Omnitel. Poche  grandi aziende che hanno davvero iniziato a controllare la tecnologia in Europa.

Un nuovo tipo di competizione

Ma, quando è arrivato Internet, è stata una competizione diversa. Prima di tutto, la quantità di denaro di cui avevi bisogno  era estremamente importante. Ma penso anche che molte persone in Europa non capissero e ancora non capiscono che a questo punto il valore si è spostato dall’infrastruttura, dalla rete di telecomunicazioni e dalla capacità di connettere il cliente verso il software.

La risorsa più preziosa

Con Internet, il software è diventato la risorsa più preziosa. Aziende come Google, Facebook, Amazon, sono fondamentalmente società di software, a volte non possiedono nemmeno il data center. E operano partendo dal presupposto che con un buon software, puoi effettivamente guadagnare molto di più da ciascun cliente finale.

Mancanza di cultura del software in Europa

Quella cultura della creazione di software di consumo non esisteva davvero in Europa. E il motivo per cui non esisteva è che molte aziende – come la mia all’epoca, Netvibes – erano piccole aziende che nessuno ha mai aiutato a crescere.

Un disastro annunciato

Nessuno credeva che le piccole aziende sarebbero effettivamente esistite a lungo, tutti pensavano che gli operatori Telcom potessero effettivamente costruire i nuovi servizi al posto delle società più piccole.
E questo è stato un disastro perché alla fine molte delle aziende che avevano ottimi prodotti non hanno avuto successo. 

image 1 - Web. Tariq Krim: Europa torni ad autonomia tecnologica e culturale. E' questione di sicurezza nazionale

Sovereign Cloud

(NL) – Il presidente Macron sta cercando di spingere affinché la Francia (e l’Europa) abbia delle cloud sovrane. Ci sta riuscendo, qualcosa si muove?
(Tariq Krim) – Questa è una cosa interessante, perché questa idea di sovranità digitale è un concetto che è stato spinto da molto tempo. Ed è un concetto che credo stia leggermente cambiando ora, con quello che è successo con la guerra in Ucraina.

Nessun controllo dall’estero

Quindi, in sostanza, l’idea è che, come paese, dovresti possedere i tuoi dati, dovresti possedere la tua infrastruttura critica. E dovresti assicurarti che i tuoi cittadini non siano controllati, né da stati esteri né da terze parti, manipolati dai social network. Dovresti avere questo tipo di sovranità, assicurandoti che nessun operatore di terze parti stia manipolando la tua economia o la tua gente e dovresti assicurarti di poter proteggere i dati, i dati più importanti del paese.

Nessuna partnership con i giganti della tecnologia statunitense

A causa della grande dominazione tecnologica, molte aziende, molti governi stanno ora cercando di fare partnership con i giganti del web e cercano di spiegarci come questo sia un bene. Personalmente credo che sia un errore. Ho cercato di spingere contro questo per 10 anni. Ma al momento, quello che vediamo con il governo Macron e il governo precedente è che c’è una parte sempre più grande di ciò che dovrebbe essere gestito da noi che ora è gestito da operatori stranieri.

Un rischio enorme

E questo ha un rischio enorme. E uno di questi è il rischio della resilienza.  Abbiamo visto cosa è successo, quanto è stato veloce disconnettere l’Afghanistan, quando i talebani hanno preso il controllo per esempio. E fondamentalmente, ora loro sono bloccati. La stessa cosa sta accadendo in questo momento in Russia. Allora, cosa accadrà un giorno, se non siamo completamente d’accordo con questo o quello? Come possiamo assicurarci di poter ancora avere il controllo a casa nostra? E questa è una domanda molto profonda, ma molti governi in questo momento hanno scelto di non rispondere.

azure - Web. Tariq Krim: Europa torni ad autonomia tecnologica e culturale. E' questione di sicurezza nazionale

Un’Europa “Azure“?

(NL) – Pensi che la risposta, ad esempio di Microsoft, che “i dati europei sono ospitati su server Azure sul suolo europeo” sia una buona risposta?
(Tariq Krim) – Questa è una delle cose che la maggior parte delle grandi piattaforme dice: beh, lo sai, se ospiti i dati con noi, in Europa, è come se ospitassi i dati con una società europea.

Non vero

E, naturalmente, non è vero, perché qualsiasi azienda statunitense è soggetta al cloud act, alla FISA e a molte diverse direttive che le obbligano a consentire al governo degli Stati Uniti a diversi livelli (militare, intelligence, ma può essere anche un semplice giudice), di accedere ai dati che sono archiviati in qualsiasi parte del mondo. Al di fuori degli Stati Uniti, in Europa. Questo è un grosso problema.

Una questione tra Europa e USA

È un grosso problema tra Europa e Stati Uniti. È un problema che in realtà ha creato qualche attrito, perché avevamo un accordo tra Stati Uniti ed Europa per la libera circolazione dei dati. Ma quell’accordo è stato rotto da un attivista austriaco di nome Max Schrems, e la Corte di giustizia europea ha detto che aveva ragione. Quindi al momento non abbiamo alcun regolamento.

Illegale?

E molte persone ora credono che se metti i tuoi dati in grandi aziende tecnologiche al di fuori dell’UE, questo sia qualcosa di illegale. E finora, non c’è una vera risposta a questo.

gaiax image - Web. Tariq Krim: Europa torni ad autonomia tecnologica e culturale. E' questione di sicurezza nazionale

Gaia-x

(NL) – Gaia-X. Il punto di vista di Filloux è che si tratta solo di un tipico mostro burocratico europeo, non abbastanza agile da guadagnare trazione.
(Tariq Krim) – Ci sono stati diversi approcci per creare un’organizzazione per creare un’iniziativa cloud sovrano. Il più noto quello tedesco francese (in realtà principalmente tedesco) chiamato Gaia X.

Un mostro

Ma in realtà, è diventato questo mostro composto da decine di aziende, comprese società cinesi, società americane, che cercano di lavorare su uno standard ufficiale. Ora ci sono circa 100 aziende europee, piccole e medie imprese nel progetto. In realtà credo molto in quello che stanno facendo, cercando di riconnettere tutti insieme e creare un ecosistema che funzioni bene insieme.

Piccole imprese in GAIA-X

Una situazione interessante perché ancora una volta credo che il futuro dell’Europa venga dalle aziende più piccole, non dalle grandi aziende. Quelle grandi hanno perso la capacità di creare nuove idee e sono semplicemente diventati glorificati rivenditori di soluzioni americane o cinesi.

Mancanza di talenti

E il motivo è che abbiamo bisogno di ingegneri, abbiamo bisogno di più ingegneri per creare ottimi prodotti. E personalmente credo che solo le aziende più piccole e le startup possano effettivamente farlo. La domanda è: quando abbiamo questo, come affrontiamo il prossimo passo? Come possiamo assicurarci che l’Europa stia effettivamente acquistando il prodotto che staranno producendo queste aziende europee?

Quote europee

Questa è una sfida enorme, personalmente sono favorevole all’utilizzo delle quote negli acquisti. Quindi, una certa quantità di acquisti dovrebbe essere obbligatoriamente fatti ad aziende software europee.

Il software è cultura…

Allo stesso modo in cui abbiamo la regola delle quota per la cultura: credo che il software sia cultura, credo che il software prodotto in Europa sia molto diverso dal software prodotto negli Stati Uniti. La mentalità è diversa, la scrittura è diversa, il bilanciamento tra produttività e vita è diverso.

…come lo e’ la musica

E penso che dovremmo proteggere il software europeo allo stesso modo in cui proteggiamo la musica in Francia. Questo in pratica ha salvato la musica e ha permesso a band come i Daft Punk di prosperare a livello globale. Pochissimi di noi stanno cercando di spingere in questa direzione E ci sono molte persone che dicono che questa non sarebbe una buona idea. Ma io, a lungo termine, credo che in fin dei conti la tecnologia riguardi la cultura più di ogni altra cosa. E vada protetta.

Suggerimenti per gli editori

(NL) – Infine, qualche suggerimento agli organi di informazione (radio/TV/periodici) che vogliono assicurarsi che le proprie operazioni non dipendano da sistemi e servizi ospitati all’estero.
(Tariq Krim) – Credo davvero che qualunque cosa stia facendo un’azienda, dovrebbe operare indipendentemente dalle altre società di media. Fondamentalmente, se la tua comunicazione è su YouTube, significa che non sai davvero chi ti sta guardando, devi fare affidamento su Google e aziende del genere per sapere sostanzialmente cosa sta succedendo e come creare relazioni con i tuoi clienti, i tuoi lettori, la tua audience.

Possedere la relazione

Non va mai dimenticato che l’essenza del business dei media è creare una relazione tra il proprio marchio, la propria testata, un gruppo di programmi e la comunità degli utenti e credo davvero che dovremmo esplorare nuovi modi per promuovere questo contatto. Podcast, newsletter, cose che danno l’approccio diretto, contatto diretto con l’utente finale. E questo è qualcosa che tendiamo a dimenticare perché stiamo tutti impegnati a misurare i soliti numeri, quante persone abbiamo su Facebook, i like su Instagram ecc.

Ciò che va bene per Facebook non va bene per i nostri marchi

Ma questo va bene per Facebook e Instagram e non va bene per noi. Perché alla fine dei conti, se metti tutto ciò che hai su YouTube, Instagram, ecc., i tuoi contenuti sono in competizione con contenuti di bassa qualità creati da chiunque, senza alcun controllo di qualità.

Riappropriarsi sia della relazione che della piattaforma

Penso che sia importante riappropriarsi della relazione tra i clienti e il marchio e allo stesso tempo possedere la piattaforma multimediale di delivery. Spero che vedremo sempre più aziende provare a farlo, iniziare a ricostruire la propria piattaforma e inventare un proprio modo per operare in quello spazio, creando una propria organizzazione che viva nel cloud sovrano europeo. (M.H.B. per NL)

 

Send Mail 2a1 - Web. Tariq Krim: Europa torni ad autonomia tecnologica e culturale. E' questione di sicurezza nazionale

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL