Classifica Freedom House: la libertà di stampa nel mondo è peggiorata nel 2007

Il 2007 non è stato un anno d’oro per la libertà di stampa nel mondo: gli standard sono peggiorati in media, nei 195 paesi presi in esame da Freedom House, l’organizzazione non governativa americana che assegna pagelle in base a standard ben precisi


da Franco Abruzzo.it

In particolare, Iran ed Iraq segnano le peggiori performance. Ma anche la Russia e le ex repubbliche sovietiche non scherzano: Turkmenistan, Uzbekistan e Bielorussia, assieme a Cuba sono tra i peggiori, ma il primato assoluto di “mancanza di libertà di stampa” lo detengono Nord Corea e Myanmar. Rapimenti di giornalisti, censure e oscuramenti di siti Internet, sono tra le cause dei rating bassi. “Ci sono stati ripetuti peggioramenti negli anni passati e l’Iran è uno dei paesi con i maggiori problemi”, ha dichiarato Karlin Karlekar, ricercatrice di Freedom House. Il primato positivo della libertà di stampa lo detiene invece la Finlandia: con punteggio 9 il paese è primo in classifica, seguito subito dopo da Islanda, Danimarca e Norvegia. Nel rapporto Freedom of the Press 2008, l’Italia si colloca al ventinovesimo posto, immediatamente dopo Ghana, Mali, Sudafrica e Capo Verde.

Send Mail 2a1 - Classifica Freedom House: la libertà di stampa nel mondo è peggiorata nel 2007

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL