Digitale terrestre, Rete Capri spinge sul secondo mux e lancia Capristore

Retecapri, emittente nazionale indipendente che trasmette dall’isola di Capri, "che già opera attraverso il sistema digitale terrestre con due multiplex (denominati Alfa e Omega)", ci fa sapere di star proseguendo "attivamente l’implementazione dei canali ospitati su tali piattaforme". L’emittente il 9 aprile dello scorso anno annunciò la nascita del secondo multiplex digitale con un progetto dichiaratamente "innovativo, preciso ed ambizioso, con nuovi canali da trasmettere, grazie alle costanti attività programmatiche poste in essere con il fornitore di contenuti T.B.S. S.p.A. separatoretecapri 1 - Digitale terrestre, Rete Capri spinge sul secondo mux e lancia Capristore dall’operatore di rete, la Premiata Ditta Bordini e Stocchetti di Torino S.r.l." Tra questi programmi, informa l’emittente, vi è "il canale Capristore interamente dedicato allo shopping ed al commerciale. Capristore unisce l’efficacia di una programmazione tematica alla qualità del palinsesto studiato per soddisfare ogni esigenza commerciale, tale da soddisfare congiuntamente i bisogni di chi vende e di chi potrà effettuare acquisti in maniera sicura, semplice e diretta". Retecapri, "confermando appieno l’operatività del secondo multiplex, legittimamente spettante, resta comunque in attesa dell’attribuzione definitiva delle necessarie frequenze così come soggetto avente pienamente titolo all’assegnazione e all’uso. Prosegue, intanto, lo studio strategico di altri canali dedicati confermando Retecapri come operatore indipendente atto a diventare anche nel digitale terrestre uno specifico riferimento con particolare attenzione all’area mediterranea ed al “made in Italy”.
 
 
 
printfriendly pdf button - Digitale terrestre, Rete Capri spinge sul secondo mux e lancia Capristore