Home News Ticker Tv DTT. Radio killed the Video Star. Quando le Radio prendono il posto...

DTT. Radio killed the Video Star. Quando le Radio prendono il posto delle Tv: Radio Italia Anni 60 Tv e Radio Linea al posto di Nuova Rete su 110 e 19, Radio Bruno Tv sul 71 di DiTv

SHARE
radio italia anni 60 Tv

Pioggia di notizie, ancora, per ciò che riguarda l’arrivo di nuovi prodotti visual radio DTT in tutta Italia, soprattutto con l’ingresso in Emilia Romagna di Radio Italia Anni 60 Tv, mentre, come abbiamo evidenziato nei giorni scorsi, nelle Marche c’è stato il ‘clamoroso’ passaggio di Radio Linea Tv dal canale 114 addirittura al 19 (una ‘promozione’ di grande valore per l’emittente Fm, già leader di ascolto nella sua regione, e non solo).
Ma di chi ha preso il posto Radio Linea Tv? Al 19 nelle Marche prima c’era non una Tv locale della regione ma un’emittente emiliano-romagnola, ovvero Nuova Rete, che è (o era, come vedremo) poi la terza rete del gruppo bolognese 7 Gold Sestarete, leader in regione da parecchi anni, e forte anche di Rete 8 Vga (la seconda rete del gruppo 7 Gold, ovvero Rete 8, da parecchi anni è ‘abbinata’ a quella che era Vga di Rimini, o Telerimini, di cui restano soprattutto l’informazione per la Romagna dalla sede di Rimini e alcune rubriche) sull’86 Lcn.

Riepilogando, la versione locale di 7 Gold (Sestarete) per l’Emilia-Romagna e le Marche ha in entrambe le regioni il 13 Lcn ed è al vertice degli ascolti in Emilia-Romagna (nelle Marche, stranamente, nel 2018 non era iscritta); la seconda rete (per l’Emilia-Romagna) è Rete 8 Vga, la terza è (era) Nuova Rete sul 110 in Emilia-Romagna e sul 19 nelle Marche, qui con un certo riscontro anche in termini di ascolti, data l’ottima diffusione (era la rete di Teleadriatica, di buona memoria).
Tutto ciò fino a questi giorni, perché in contemporanea il 19 di Nuova Rete nelle Marche è appunto finito a Radio Linea Tv, mentre sul 110 dell’Emilia-Romagna ha prima fatto capolino e poi ‘occupato quasi totalmente la scena’ la nuova emittente Radio Italia Anni 60 Tv. Lo stesso marchio Nuova Rete è praticamente sparito dal video, a favore di quello della ‘collega radiofonica’.radio linea tv 19 - DTT. Radio killed the Video Star. Quando le Radio prendono il posto delle Tv: Radio Italia Anni 60 Tv e Radio Linea al posto di Nuova Rete su 110 e 19, Radio Bruno Tv sul 71 di DiTv
Collega in tutti i sensi, perché anche la versione bolognese di Radio Italia Anni 60 fa parte del gruppo di 7 Gold Sestarete (di proprietà di Luigi Ferretti, con concessionaria unica Media&Media 93) e ne è anzi la ‘punta di diamante’ nel campo radiofonico, visti che anche in questo caso è fra i leader assoluti per ascolti in regione. Sembra evidente il tentativo del gruppo di non ‘perdere il treno’ della ‘Radio in Tv’, visto che i tempi stringono, come noto, e di valorizzare anche sul video un marchio amato dal pubblico della Fm locale.
Per ora su Radio Italia Anni 60 Tv sono in onda essenzialmente dei videoclip di qualche decennio fa e qualche jingle, mentre non ci sono (almeno per ora) né trasmissioni autoprodotte né dirette dagli studi (la programmazione è peraltro ‘di flusso’); in alternanza a queste trasmissioni restano tuttavia su Radio Italia Anni 60 Tv alcune rubriche sportive o d’attualità già di Nuova Rete o delle altre due emittenti del gruppo citate (la classica ‘Aria pulita’, per esempio) e il Tg, che è poi quello anche di 7 Gold.

Resta un po’ di rammarico, perché nelle Marche Nuova Rete dava in precedenza una notevole visibilità ad alcune trasmissioni della ‘meritoria’ Radio Marche nel Mondo. che ospitava, come abbiamo già evidenziato nelle scorse settimane, cosa che adesso fatalmente è andata perduta.
Ma assieme a questa inedita Radio Italia Anni 60 Tv, c’è un’altra importante novità nel campo delle ‘Radio in Tv’ in Emilia-Romagna e riguarda la sempre più lanciata Radio Bruno, o meglio Radio Bruno Tv, in onda non solo in Emilia-Romagna e Toscana (le regioni più importanti per Radio Bruno), ma anche in Lombardia, Piemonte, Val d’Aosta, Veneto sull’interregionale mux di Studio Tv 1 (LCN 256).
Radio Bruno Tv, in sostanza, ha conquistato in Emilia-Romagna (o almeno in una bella fetta della regione) l’interessante numerazione 71 Lcn. In realtà, nata sul 683 del digitale terrestre (e sul 617 in Toscana), già da qualche tempo l’emittente è visibile in buona parte del Nord Italia appunto sulla posizione 256. Il 71 Lcn, però, è indubbiamente migliore (è anche vicino a Radio Italia Tv al 70  e a Radio Deejay Tv al 69): Radio Bruno Tv l’ha acquisito tramite il mux DiTv, che già la diffondeva sul 683 (in un arco, quello da 601 a 699, che in molte aree italiane si sta caratterizzando come “radiofonico”).

Infine, alcune ‘curiosità’, a loro modo comunque significative. Il gruppo di 7 Gold Sestarete è anche proprietario di Punto Radio, gloriosa emittente bolognese dal passato quanto mai illustre (era stata l’emittente di Vasco Rossi a Zocca, come noto, per poi approdare nel capoluogo regionale e diventare l’emittente ‘ufficiale’ di quello che era all’epoca il potente Pci di Bologna; infine il passaggio al gruppo Ferretti). Punto Radio aveva fino a qualche anno fa ottime frequenze in Fm, che però sono state cedute a Radio Sportiva, che ha così acquisito un’eccellente diffusione soprattutto nell’area centrale della regione (in cambio Media&Media 93 ne raccoglie la pubblicità locale in Emilia-Romagna). Dopo una fase di incertezza, Punto Radio, ha poi ‘recuperato’ una frequenza cittadina per Bologna (105 MHz) ma ovviamente ‘meno pregiata’ delle precedenti; ad aiutare però c’è, stavolta da diversi anni, un’altra visual radio DTT, ovvero Punto Radio Tv sul 196 Lcn, ovviamente nel mux 7 Gold. Pur essendo comparso prima di tanti altri simili e trasmettendo anche la ‘diretta degli studi’, questo canale è però utilizzato in maniera un po’ ‘povera’ e vi campeggiano spesso solo delle fotografie, di vario tipo e genere.

Di altro genere è invece la storia di Radio Italia Vision di Ravenna: si tratta del canale televisivo di una Radio omonima ma in nulla legata alla Radio Italia nazionale. Nel corso della scorsa estate, i 97 di Radio Italia Vision (per le province di Ravenna e Forlì-Cesena) sono stati ceduti al gruppo GEDI. Radio Italia si è così ritrovata con un solo impianto cittadino (103.9) per Ravenna ma la notorietà è rimasta alta, grazie al curato canale sul digitale terrestre (Lcn 666) nel mux di Teleromagna, presente già da tempo, da cui deriva la stessa denominazione Radio Italia Vision. (M.R. per NL)