DTT. Refarming 700 MHz complicato: mentre tv locali e operatori di rete sono ai ferri corti, RAI offre smart card gratuita per ricezione sat

SMART CARD

Mentre nel nord Italia le tv locali sono alle prese con impreviste (?) grane legate alla sovrapposizione di reti di 1° livello di diverse aree tecniche con inevitabili conflitti LCN – di cui si cercano responsabilità tra diffide di fornitori di servizi di media audiovisivi agli operatori e repliche di questi – e utenti sconfortati si dibattono tra amministratori di condominio incolpevoli ed antennisti non sempre all’altezza del caso, il refarming della banda 700 MHz mette a dura prova anche i superplayer. Come RAI, che offre una smart card per la ricezione satellitare. Ma, per averla, serve un pass: il certificato di non ricezione DTT.

Smart card RAI

RAI, per tentare di limitare i danni di una transizione che, dopo una troppo lunga attesa, ha premuto sull’acceleratore facendo sbandare l’auto, rende disponibile per tutti gli utenti che non ricevono i canali nelle zone interessate dall’attuazione dalla migrazione delle frequenze una smart card gratuita per la ricezione satellitare.

DTT no pass. Certificato di non ricezione

La smart card satellitare Rai potrà essere richiesta solo per le località già interessate dal passaggio alla nuova TV digitale come da calendario stabilito dal Ministero dello Sviluppo Economico, attraverso procedura alla pagina dedicata, previa verifica, da parte di un ente certificatore terzo individuato dal Ministero dello Sviluppo Economico, dell’effettiva difficoltà di ricezione del segnale tv nella località segnalata.

Solo per impianti sat

La smart potrà essere ritirata gratuitamente presso una delle 21 sedi regionali della Rai o ricevuta presso il proprio domicilio (a pagamento) e utilizzata esclusivamente da quanti dispongono di un impianto di ricezione tv satellitare e dispositivi certificati (Decoder e Cam satellitari), da acquistare seguendo le indicazioni contenute nella lettera che accompagnerà la smart card.

Contratto di servizio

L’offerta è in linea con quanto previsto dal Contratto di Servizio, di assicurare sempre la visibilità della intera programmazione della Rai, si indica sul sito. E pertanto la smart card Rai abilita alla visione di tutti i canali Rai trasmessi secondo l’orientamento orbitale Hotbird 13° Est, ma anche di tutti quei canali “in chiaro”, ovvero non criptati, presenti sulla piattaforma satellitare, recitano le FAQ sul sito. (E.G. per NL)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - DTT. Refarming 700 MHz complicato: mentre tv locali e operatori di rete sono ai ferri corti, RAI offre smart card gratuita per ricezione sat

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL