Home Radio e TV DTT. Spike spacca: 0,97% share target maschile 25-54. LCN alti sdoganati

DTT. Spike spacca: 0,97% share target maschile 25-54. LCN alti sdoganati

SHARE
Andrea Castellari, Spike, share, Viacom

Share sopra le aspettative per Spike, canale 49 DTT, che, a pochi mesi dalla partenza, spiazza i concorrenti.
Viacom, la società editrice che lo commercializza, ha reso noti i dati Auditel che all’esordio (25/03/2018) attestano una percentuale dello 0,44% di share sul target 25-54, che sul genere solo maschile arriva addirittura allo 0,97%.

Due milioni di utenti seguono il canale che  si inserisce nella strategia overall di Viacom di bilanciare i canali su Sky e Fta.
Il dato è tanto più rilevante se si considera che Spike opera su un cosiddetto “LCN alto”, cioè fuori dall’area di frequentazione sequenziale (quella che gli utenti visionano con il tasto +/- del telecomando e che arriva generalmente fino al canale 30 (max 35).

Si tratta, in gergo tecnico, di un indice di fidelizzazione molto elevato, perché significa che i telespettatori cercano specificatamente il canale e non lo intercettano meramente con la ricerca sequenziale. E’ un fenomeno, questo, molto noto alle emittenti radiofoniche blasonate che per la visual radio non disdegnano LCN a tre cifre, confidando nella capacità di indirizzamento dei propri utenti.
In DTT l’offerta Viacom comprende il canale musicale VH1 (LCN 67); il programma kids Super! (LCN 47) in join venture al 50% con De Agostini Editore e Paramount Channel (LCN 27), che a sua volta ha totalizzato 5 milioni di persone con l’1% di share. Viacom, infine, è anche la concessionaria di Dee Jay Tv (canale 69) e Radio Italia Tv (E.G. per NL)