Editoria online. Twitter acquisisce Scroll: un altro passo verso la monetizzazione dei contenuti in un mondo post cookies

Scroll

Con un articolo intitolato A better way to publish and read on Twitter il 4 maggio Mike Park (VP Prodotti presso Twitter) ha annunciato l’acquisizione di Scroll da parte della società di San Francisco. Poiché Scroll è una startup di dimensioni limitate la cosa non ha fatto grandi titoli. Eppure, se correttamente inquadrata, appare molto interessante.

Scroll 

Lanciata a fine gennaio 2020, Scroll ha finora offerto un accesso privo di pubblicità a centinaia di testate online. Non si tratta di un ennesimo ad blocker. Scroll lavora in partnership con gli editori, che offrono una versione ad free dei propri siti ricevendo in cambio una parte delle subscription fee richieste da Scroll ai propri clienti.

Collettore

La società agisce dunque da intermediario, aggregatore e collettore degli abbonamenti

siti partner - Editoria online. Twitter acquisisce Scroll: un altro passo verso la monetizzazione dei contenuti  in un mondo post cookies
testate partner

I partner editoriali

Tra i siti partner figurano nomi importanti, quali: The Atlantic, USA Today, Insider ed altri. 

before after scaled - Editoria online. Twitter acquisisce Scroll: un altro passo verso la monetizzazione dei contenuti  in un mondo post cookies
Pagina originale vs pagina versione Scroll

Before…After

La rimozione delle pubblicità è ottenuta grazie all’utilizzo di un apposito cookie, tramite il quale i siti convenzionati sono avvertiti della necessità di servire all’utente una pagina pulita. Con il vantaggio aggiuntivo che i siti – privi di oggetti pubblicitari embeddati spesso appesantiti da grafica animata – vengono caricati in tempi record. 

I costi 

Il servizio Scroll viene offerto a 5 dollari/mese. Di questi, 1,50 dollari sono trattenuti dalla società e i restanti 3,50 dollari suddivisi tra gli editori partecipanti. In proporzione al tempo trascorso da ciascun utente sulle differenti properties. 

 scroll rev - Editoria online. Twitter acquisisce Scroll: un altro passo verso la monetizzazione dei contenuti  in un mondo post cookies

Report

L’utente riceve mensilmente un report dettagliato su come sono stati allocati i propri 5 dollari tra le varie testate.

Un business model allettante

Ed ecco il punto importante. Prendiamo il caso di USA Today. Per questo particolare utente: 0,25 dollari/mese sono molto più di quanto la pubblicazione avrebbe ricavato della pubblicità inviata allo stesso utente nel corso della consultazione del sito in modo tradizionale.

useful ads - Editoria online. Twitter acquisisce Scroll: un altro passo verso la monetizzazione dei contenuti  in un mondo post cookies

Niente cani in quarantena o anziani che acquistano pannelli solari incompatibili

E tutto questo senza la perdita di prestigio dovuta all’inserimento dei consueti contenuti sponsorizzati che raccontano come aiutare il cane ad affrontare la quarantena o spiegano che gli anziani acquistano pannelli solari incompatibili con loro stesso tetto.

La difficoltà

Tutto meraviglioso. Ma resta una difficoltà: convincere i lettori a pagare i 5 dollari/mese per l’accesso a siti che sono disponibili anche in versione gratuita.

twitter communities - Editoria online. Twitter acquisisce Scroll: un altro passo verso la monetizzazione dei contenuti  in un mondo post cookies
Twitter Communities

Twitter 

Veniamo così all’acquisizione da parte di Twitter. A febbraio 2021 Twitter aveva giá annunciato l’acquisizione di Revue e l’iniziativa Super Follows.  Tramite questa, viene fornita la possibilità di creare gruppi di utenti che – a fronte di un pagamento mensile – ricevono tweet addizionali (venendo così definiti superfollowers).
Questi gruppi sono aggregati in base agli interessi specifici (non sappiamo se solo dichiarati o anche algoritmicamente proposti).
 

Remunerare i content creators

L’iniziativa dei tweet a pagamento potrebbe sembrare stravagante, ma si inserisce perfettamente nel trend remuneriamo i content creators, che vede in campo importanti attori, da Patreon a OnlyFans. In questo caso i content creator, anziché autori di podcast sulla tecnologia (Patreon) o giovani fanciulle ukraine alle prese con le difficoltà della spiaggia (Only Fans) sono i giornalisti.

I costi per gli utenti

Non sappiamo ancora i costi del servizio di Twitter, ma nell’annuncio di febbraio si accennava a 4,99 dollari/mese: solo 1 centesimo meno del servizio di Scroll.
Ma non è certo questa similitudine che ha pesato nell’acquisizione.

Diminuire la friction

Piuttosto – e useremo qui un’espressione cara in Silicon Valley, l’integrazione tra i due servizi permetterà di diminuire la friction nel passaggio tra il feed in tempo reale (Twitter) e il relativo articolo di approfondimento (Scroll).
Rendendo
cioè questo passaggio naturale ed immediato: un’esperienza unica, con un pagamento unico. 

IMG D55AE04DC166 1 scaled - Editoria online. Twitter acquisisce Scroll: un altro passo verso la monetizzazione dei contenuti  in un mondo post cookies

Google News Showcase 

Si tratta in definitiva di un approccio alternativo allo stesso problema già affrontato da Google News Showcase (e in questo caso senza neppure l’“aiuto” dell’Unione Europea): garantire il futuro dell’informazione di qualità remunerando chi produce contenuti degni di essere pagati.
Un’idea per la quale non possiamo che fare il tifo. (M.H.B. per NL) 

printfriendly pdf button - Editoria online. Twitter acquisisce Scroll: un altro passo verso la monetizzazione dei contenuti  in un mondo post cookies
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Editoria online. Twitter acquisisce Scroll: un altro passo verso la monetizzazione dei contenuti  in un mondo post cookies

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO