Home Editoria Editoria. Preparativi in corso per l’edizione torinese del Corriere della Sera

Editoria. Preparativi in corso per l’edizione torinese del Corriere della Sera

SHARE

Fervono le attività nella sede di via Solferino del Corriere della Sera: si celebra il successo del nuovo inserto L’Economia, si attende la conclusione della fase di rodaggio dell’edizione rinnovata del magazine Sette e soprattutto si accelerano i preparativi per il lancio dell’edizione torinese del quotidiano, che si porrà in diretta concorrenza con La Stampa e Repubblica. La prima mossa dell’editore Urbano Cairo risale al “furto” della prima firma di La Stampa, Massimo Gramellini, cui è stato offerto il posto di vicedirettore in via Solferino, a Milano. Apparentemente un allontanamento dalla scena piemontese, poi rivelatasi solo una strategia per avere il tempo necessario ai preparativi: sono molti gli interessi che legano Cairo a Torino, dalle proprie origini alla presidenza della squadra di calcio granata. Il gruppo Repubblica-Stampa non è rimasto a guardare, a sua volta sottraendo il caporedattore della sede capitolina del Corriere Sergio Rizzo, ora vicedirettore a Repubblica. È caduto in piedi Cairo, che ha affidato il ruolo vacante a Giuseppe Di Piazza, già direttore di Max e di Sette, poi articolista per il Corsera. Scaramucce e strategie che preludono alla vera battaglia tra testate: La Stampa punta a mantenere il predominio sul territorio piemontese, difendendolo dall’espansionismo editoriale di Cairo, che con una ricca e forte edizione del Corriere della Sera punta al primo posto anche a Torino. (V.D. per NL)