Editoria, Radio e Web. In tempi di Coronavirus cresce l’informazione online. Ottimi risultati anche per i siti economici e per alcune radio

I siti

La domanda di informazione da parte degli individui si sta dimostrando alta durante questo periodo di emergenza. Abbiamo già dato seguito ai cambiamenti dei palinsesti messi in atto dalle televisioni per soddisfare questa necessità. Occorre ora soffermarsi sulla fruizione dei contenuti sul web.
Si è infatti osservata una crescita importante dei siti delle principali testate giornalistiche rispetto al periodo precedente all’esplosione del Covid19. Per quanto riguarda invece i dati settimanali, si registra nel periodo tra il 16/03 e il 22/03 un leggero calo rispetto a quello tra il 09/03 e il 15/03.

I dati Audiweb

Secondo l’analisi condotta da Audiweb, la categoria “Current Events and Global News” ha registrato un incremento del 3,8% nella settimana 16/03-22/03, mentre del 111,4% rispetto all’arco temporale tra il 20/01 e il 15/03.
Nonostante alcuni siti nella top 15 abbiano subito una leggera flessione nell’ultima settimana analizzata, come il “Corriere della Sera” (-5,4%), “La Repubblica” (-6,9%) e “Il Messaggero” (-3,1%), altri continuano a crescere. Ne sono esempio “Tgcom 24” (+2,5%), “La Stampa” (+8,5%), “Leggo” (+23,5%), “Il Giornale” (+3,7%) e i quotidiani locali Gedi (+7,4%).

I siti economico finanziari

Anche i contenuti web delle riviste economico finanziarie registrano visualizzazioni maggiori, dato che permette di comprendere come questa crisi non sia solo sanitaria, ma anche economica. Proprio sotto questo profilo sorge l‘esigenza di informarsi sulle misure varate dal Governo a sostegno di famiglie e imprese, su tutte il Decreto “Cura Italia”.
Nello specifico i siti che hanno ottenuto ottimi risultati sono “Business Insider Italia” (+17,5%) e “Milano Finanza”, quest’ultimo ha visto nella settimana 16/03-22/03 un incremento del 59,6% rispetto a quella precedente, mentre del 294% rispetto al periodo tra il 20/01 e il 15/03.

I siti dei canali televisivi

Per quanto riguarda le offerte online delle emittenti televisive si osserva la crescita di “La7” (+3,5%) e “Rainews”, che, forte del potenziamento del canale “Rainews24”, registra, rispetto alle settimane precedenti alla pandemia, un incremento del 159%.

Informazione sì, ma anche tempo libero

In tempi di quarantena appare evidente come le persone vogliano restare informate, ma anche cercare svaghi e attività per riempire le giornate monotone della reclusione in casa. Per questo non risulta difficile comprendere come aumentino gli utenti dei siti che mettono a disposizione un tale prodotto.
Crescono così “Radio deejay”(+74%), che offre un’informazione più rilassata, e i contenuti web delle categorie “Home and Fashion” (+24,4%), ed “Entertainment” (+0,8%). (A.N. per NL)

printfriendly pdf button - Editoria, Radio e Web. In tempi di Coronavirus cresce l’informazione online. Ottimi risultati anche per i siti economici e per alcune radio