Streaming video on demand. Disney+ ancora di salvezza per la casa di Topolino. La crisi mette in difficoltà anche il colosso dell’intrattenimento

Colosso dell'intrattenimento

Con la chiusura dei parchi divertimento di proprietà Disney e dei cinema, il colosso dell’intrattenimento statunitense può ora contare solo sulla forza del suo nuovo OTT Disney+. Infatti la casa di Topolino si è trovata a dover rinunciare al 53,6% delle sue entrate (pari, nel 2019, a 69,5 miliardi di dollari).
Per alcuni analisti di Wall Street, Disney starebbe perdendo un miliardo di dollari al mese. Pertanto, al momento, l’unica fonte di liquidità risulterebbe essere quella della sua piattaforma di streaming a pagamento.

Il valore di Disney+

Dai dati del trimestre ottobre-dicembre 2019, la piattaforma garantiva 4 miliardi di dollari di ricavi (in notevole crescita rispetto ai 918 milioni dello stesso periodo 2018).
Ma con la crescita degli abbonati negli ultimi mesi, arrivati alla quota di 50 milioni in tutto il mondo, è naturale che il valore della piattaforma sia cresciuto. Per avere a disposizione la cifra sarà necessario attendere il 05/05, data in cui i vertici della società discuteranno i conti.

Investimenti necessari: The Mandalorian punta di diamante

Poiché il colosso dell’intrattenimento ha perso il 26% in borsa, sarà necessario spingere ancora di più sul settore streaming, potenziando le produzioni già presenti e investendo sulle nuove.
In particolare, in questi primi mesi, ha avuto un grande successo la serie “The Mandalorian” (spin off della saga di “Star Wars”), che ha introdotto una nuova narrazione e personaggi apprezzati dal pubblico.
Stando ad alcune indiscrezioni sarebbe già praticamente pronta la seconda stagione (che vedrà la partecipazione dell’attrice Rosario Dawson), mentre gli sceneggiatori sarebbero già al lavoro sulla terza.

Gli altri spin off Star Wars

Il lavoro sulla ex saga di George Lucas non finisce qua, infatti si starebbe preparando un nuovo spin off con una protagonista femminile, mentre ci sarebbe grande attesa per il ritorno di Ewan McGregor nei panni del maestro jedi “Obi Wan Kenobi”.
Da ultimo anche il film “Rogue One” dovrebbe vedere la realizzazione di una propria serie, ispirata al personaggio di “Cassian Andor”, interpretato dall’attore Diego Luna.

Abbonati in crescita entro il 2020

In attesa che tutti i settori produttivi targati Disney possano ripartire, è necessario che Disney+ ottenga sempre maggior successo e che cresca il numero degli abbonati. Proprio su quest’ultimo punto sembra che sarà raggiunto entro il 2020 l’obiettivo di ottenere 60/90 milioni di abbonati (inizialmente era previsto che si arrivasse a questo numero entro il 2024). (A.N. per NL)

printfriendly pdf button - Streaming video on demand. Disney+ ancora di salvezza per la casa di Topolino. La crisi mette in difficoltà anche il colosso dell’intrattenimento