Ecco perché l’Italia non affonderà col CoV2

Coronavirus, CoV2

Presto (anche) il CoV2 italiano si fermerà. Prima rallenterà, grazie alle rigide misure di contenimento adottate dalle regioni Lombardia e Veneto. Poi si addormenterà sotto il tintinnio delle forti piogge primaverili e del nuovo caldo. Come tutti gli altri Coronavirus. Anche se il CoV2 sarà pronto a risorgere con i nuovi freddi, come tutti gli altri virus influenzali coi quali il nostro organismo ha imparato a convivere (e che farà lo stesso col nuovo scomodo inquilino).

Le macerie

Il problema più grave saranno i danni sociali e soprattutto economici che il Coronavirus avrà nel frattempo creato.
Danni che però l’Italia non affronterà da sola, per un semplice ragionamento.

Cui prodest?

Un’Italia debole è fin qui stata utile a molti, ma, prima di tutto, a Germania e Francia, cioè all’UE.
Ma un’Italia al tappeto non conviene a nessuno ed in particolare all’UE e quindi a Germania e Francia.
Perché – diciamocelo – l’Italia non è la Grecia (con tutto il rispetto per i greci, con cui condividiamo la “faza” e la “raza”) e i crolli mondiali delle borse di tutto il mondo lo hanno dimostrato per bene.

L’aiuto delle deroghe

Ergo i primi a correre a dare una mano all’Italia (coi soldi dell’UE, questa volta quella dei 27) saranno proprio Germania e Francia, che sosterranno a spada tratta le deroghe ai vincoli di bilancio per l’Italia (semmai nel frattempo altri Stati non venissero coinvolti nell’effetto CoV2).

Le regole d’oro

Con l’oro dello svincolo alle “regole d’oro” del Patto di bilancio europeo avremo le risorse economiche per risollevarci.
Almeno quel tanto che basterà a Germania e Francia.
Ovviamente.

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Ecco perché l'Italia non affonderà col CoV2

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL