Home Editoriali Murphologia applicata: se qualcosa può andar male, lo farà

Murphologia applicata: se qualcosa può andar male, lo farà

Di Maio, Salvini, Berlusconi

Almeno per il povero Berlusca, che dopo il M5S al governo a braccetto col suo (ex?) alleato leghista, si trova come delegato per le telecomunicazioni, cioè il suo core business, al Ministero dello Sviluppo Economico (di cui pure è ministro), Luigi Di Maio, “il ragazzo che ha una buona parlantina, ma non ha fatto niente di buono” e che a Mediaset “finirebbe a pulire i cessi”.
La ciliegina sulla torta avvelenata la mette proprio il suo (ex?) fido Matteo Salvini, che, a margine dell’assemblea di Confesercenti, alla domanda se abbia deluso Berlusconi con la scelta di lasciare la delega alle tlc a Di Maio, ha risposto: “Va tutto bene...”. Come no, Madama la marchesa…

printfriendly pdf button - Murphologia applicata: se qualcosa può andar male, lo farà