Radio. Le nazionali firmano accordo con Itsright sui diritti connessi per la musica. Verso un modello di licenza Pay per use

itsright

RTL 102.5, Radio Deejay, Radio Capital, RDS, Radio Italia, Radio Montecarlo, Radio 105, R 101, Subasio, Virgin Radio, M20, Radio Kiss Kiss, Disco Radio hanno firmato con Itsright l’accordo per il rilascio delle licenze per l’utilizzo di musica registrata nel rispetto dei diritti connessi.

Accordo quadro con Confindustria Radio Tv

Itsright conferma, così, l’ampia adesione delle emittenti radiofoniche all’accordo quadro siglato con Confindustria Radio e TV per definire i compensi che spettano agli artisti e ai produttori discografici”, spiega la collecting in una nota inviata a NL.

Chiodaroli soddisfatto

“Siamo molto soddisfatti di questo risultato. Sia Confindustria Radio Tv che le singole radio dell’associazione hanno condiviso con noi l’esigenza di investire in modelli di business sempre più innovativi per quanto riguarda la gestione dei diritti connessi, un percorso propedeutico anche a sostenere la ripresa del settore in questo difficile momento”, ha commentato Gianluigi Chiodaroli, Presidente di Itsright.

Il modello pay per use…

“Itsright conferma, così, il proprio impegno nell’offrire modelli di licenza che corrispondono alle reali esigenze degli utilizzatori di musica, ma che, al contempo, tutelano e valorizzano al massimo il catalogo discografico dei nostri artisti e produttori, garantendo loro tempi più rapidi per gli incassi, costi ridotti e più compensi da distribuire”.

… dal 2022

Gli accordi siglati con le radio prevedono condizioni semplificate e agevolate a chiusura degli anni 2020/2021 e sono propedeutiche al passaggio a partire dal 2022 a un modello “pay per use”. “Interpretando le effettive esigenze degli operatori del settore, Itsright si propone, infatti, sul mercato con una licenza che misura l’effettivo utilizzo di musica e permette di riconoscere il giusto valore al repertorio discografico di artisti e produttori, generando in automatico ripartizioni analitiche.

Modello innovativo

Si tratta di un modello di licenza innovativo rispetto a quanto tradizionalmente proposto per la gestione dei diritti connessi: un approccio analitico nella remunerazione dei compensi di artisti e produttori che, ogni giorno, ottiene sempre più consensi presso gli operatori del settore”, conclude la nota. (E.L. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Radio. Le nazionali firmano accordo con Itsright sui diritti connessi per la musica. Verso un modello di licenza Pay per use

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL