Radio, Tv, Editoria. Il bonus secco per la pubblicità è una buona opportunità per gli investitori pubblicitari? Sì, ecco perché lo sarà già da maggio

green, bonus

Palestre e piscine aperte anche fino a 24 ore su 24 ore, con obbligo di prenotazione online dei posti come già avveniva qualche mese fa per i multisala.
E-commerce sbocco parallelo a quello fisico per ogni attività commerciale.
Architetti, interior designer chiamati subito a ridisegnare negozi e luoghi pubblici. Sviluppatori di software e web developer per realizzare la filiera per la scelta, la vendita, la fatturazione, la consegna ed i resi di quasi tutte le attività.
Pubblicità per far conoscere tali servizi e nuovi sviluppi commerciali pagata per il 30% attraverso il bonus ex D.L. 18/2020.

Count down alla riapertura

Tra un mese circa, con la progressiva riapertura delle attività economiche ed in particolare di quelle rivolte al pubblico, ci sarà un grande bisogno di pubblicità, a seguito di alcune novità che le imposizioni normative comporteranno.
“Con la progressiva riapertura delle attività, quelle fondate sul contatto diretto col pubblico avranno obblighi normativi generali o specifici ed esigenze di adeguamento di tipo logistico e commerciale“, ci spiega Giovanni Madaro, economista di Consultmedia.

Misure vincolanti per la riapertura

In sintesi, dovranno essere rispettati cautele generale (mascherine e distanziamento fisico), periodiche sanificazioni, protocolli operativi per il personale ed adeguamenti normativi e materiali. Ciò comporterà, in prima battuta, una serie di contromisure. Ci saranno esigenze di tipo architettonico (revisione ed ottimizzazione degli spazi fisici delle attività), che imporranno soluzioni personalizzate individuate attraverso architetti, interior designer ed ingegneri.

Palestre e piscine open fino a 24 h e prenotazione online per verificare la disponibilità

La dilatazione dei tempi di apertura (prima al mattino e fino a tarda serata, se non 24h), per favorire la dilatazione dell’affluenza della clientela, possibilmente (in particolare per palestre, piscine, centri sportivi, teatri, ecc.) previe prenotazioni attraverso piattaforme online per conoscere la disponibilità ed ottimizzare la gestione degli spazi fisici (come già avviene per il cinema).

E-commerce sbocco parallelo al commercio fisico per tutti

Discenderà un potenziamento dell’e-commerce, che diventerà per tutti uno sbocco parallelo a quello del commercio fisico”, continua Madaro.
“Si può bene immaginare cosa significa in termini di nuova potenziale clientela per molte attività economiche che forniscono servizi di questo tipo, ma anche per chi dovrà mutare la propria pelle imprenditoriale e quindi avrà bisogno di far sapere le novità operative che lo riguardano”, spiega l’economista.

Il bonus per la pubblicità ex DL 18/2020

In questo frangente può essere d’aiuto il D.L. 18/2020 (cd. “Cura Italia”) che ha previsto all’art. 98, rubricato “misure straordinarie urgenti a sostegno della filiera della stampa”, un credito di imposta nella misura unica del 30% dell’intero valore degli investimenti pubblicitari effettuati. Tale credito di imposta, per il solo 2020, non sarà calcolato sul margine incrementale effettuato nell’anno precedente”, sottolinea Madaro.

I chiarimenti del DIE della PCM

Il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria (DIE) della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha chiarito inoltre che l’espresso riferimento al “valore degli investimenti pubblicitari effettuati”, in assenza di richiami al loro valore incrementale, fa venire meno, per il solo 2020, il presupposto dell’incremento minimo dell’1% rispetto all’anno precedente.

Beneficiari chi ha effettuato investimenti nel 2019 e chi li farà nel 2020, comprese newco

Sulla base di queste precisazioni è possibile osservare come siano ammessi, tra i soggetti beneficiari dell’agevolazione fiscale in oggetto, coloro che programmano investimenti inferiori rispetto a quelli effettuati nel 2019, coloro che non abbiano effettuato investimenti nell’anno 2019 e, infine, i soggetti che hanno iniziato la loro attività nel 2020. Un’opportunità quindi rilevante per coloro che dovranno promuovere i citati servizi di adeguamento, ma anche per tutte quelle attività che dovranno far conoscere le evoluzioni operative che la riapertura post Covid19 comporterà”, conclude l’economista di Consultmedia. (E.G. per NL)

printfriendly pdf button - Radio, Tv, Editoria. Il bonus secco per la pubblicità è una buona opportunità per gli investitori pubblicitari? Sì, ecco perché lo sarà già da maggio