DTT. Domani il D(TT) Day: cosa accadrà tra AT01 (Piemonte) e AT03 (Lombardia e Piemonte orientale)?

DOMANI, switch off

Tra oggi e domani avverrà lo switch-off nell’area calda della Lombardia e del Piemonte orientale, con lo spegnimento dei preesistenti impianti, tra cui quelli di Valcava e la contestuale attivazione di quelli dei nuovi operatori di rete (Raiway, EI Towers per le reti di 1° livello e Studio 1 per quella di 2°).

Domani: banco di prova

Quello di domani è il primo e vero banco di prova della coesistenza dei fornitori di servizi di media audiovisivi (FSMA) di Lombardia e Piemonte. Convivenza che già nel mese scorso era apparsa a rischio, con la generazione di grossi problemi di conflittualità nelle sotto aree già migrate al nuovo regime, come quelle del VCO.

Conflitti LCN su territori coincidenti tra due aree tecniche

Il problema è infatti il comportamento eterogeneo dei decoder e dei tv in presenza di conflitti di attribuzione, con risoluzioni automatiche che passano dalla preferenza del canale di emissione più basso (es. 21 UHF rispetto a 22), alla potenza del segnale, passando per metodologie al limite del bizzarro.

Lombardia e Piemonte sotto osservazione

Quanto succederà tra oggi e domani nel Piemonte orientale, cioè il territorio pienamente condiviso da FSMA lombardi (AT03) e piemontesi (AT01) sarà estremamente utile per misurare gli effetti che potrebbe avere il passaggio in altre aree altamente critiche, come Veneto, Emilia Romagna.

Deroghe formali o sostanziali?

Un’altra situazione da monitorare attentamente è quella relativa all’applicazione delle deroghe consentite dall’art. 1 comma 11 quater del D.L. 228/2021, convertito nella L. 15/2022, che dispone: “Nelle more della piena applicazione della tecnologia DVBT2, al fine di prendere in esame le problematiche di maggiore impatto sul territorio italiano derivanti dalla liberazione della banda 700 MHz, è istituito presso il Ministero dello sviluppo economico un tavolo tecnico permanente, al quale possono partecipare i soggetti coinvolti nel refarming delle frequenze, nonché i soggetti istituzionali competenti (…).

Vincoli

Fermi restando il termine improrogabile del 30 giugno 2022 per la liberazione della banda 700 MHz e i vincoli di coordinamento internazionale, nel caso di particolari criticità tecniche per le reti locali di primo livello, con decreto del Ministero dello sviluppo economico, sentita l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, in casi eccezionali possono essere individuate modalità alternative di applicazione dei vincoli interni della pianificazione di cui alla delibera dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 39/19/CONS del 7 febbraio 2019, salvaguardando in ogni caso i diritti acquisiti dai soggetti interessati”.

Volontà

La novella è particolarmente importante per tentare di risolvere le numerose problematiche di copertura o comunque di fruizione dei contenuti dei mux di 1° livello nelle aree tecniche già oggetto di avvicendamento. Ma il punto è: stante l’elevato margine di discrezionalità amministrativa, c’è veramente la volontà di applicarla? I primi segnali depongono per un avvilente no. (E.G. per NL)

foto antenne di Floriano Fornasiero

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - DTT. Domani il D(TT) Day: cosa accadrà tra AT01 (Piemonte) e AT03 (Lombardia e Piemonte orientale)?

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL