Home News Ticker Tv Radio 4.0. Sorpresa: il processamento audio delle radio IP rivela sonorita’ mai...

Radio 4.0. Sorpresa: il processamento audio delle radio IP rivela sonorita’ mai sentite in FM. Per 40 anni abbiamo pensato solo a suonare piu’ forte

processamento

Processamento del suono radiofonico: il digitale esige un approccio differente.
A breve l’IP come piattaforma di veicolazione delle emittenti radiofoniche via etere raggiungerà il 20% e insieme alla tv rappresenterà esattamente 1/3 della fruizione complessiva della Radio.
Tuttavia, nonostante l’incidenza progressiva e la consapevolezza che nel futuro (entro il 2030) l’IP sarà il vettore sostanzialmente unico (o comunque preferenziale) dei contenuti radiofonici, c’è ancora una scarsa consapevolezza delle sue particolari esigenze.omnia processamento suono 1 - Radio 4.0. Sorpresa: il processamento audio delle radio IP rivela sonorita' mai sentite in FM. Per 40 anni abbiamo pensato solo a suonare piu' forte
“Penso che dobbiamo intendere il suono di un’emissione digitale in maniera diversa da come abbiamo sempre fatto per l’FM; innanzitutto per la diversa natura – e di conseguenza banda passante – dei due mezzi, e poi perché, a differenza di quanto si possa pensare, chi ascolta in digitale, anche la normalissima persona non addetta ai lavori, cerca qualcosa di diverso e qualitativamente di più alto”, commenta Max Pandini Gastoldi, noto radiofonico con notevole esperienza nel sound processing e da poco in forza per una nota multinazionale come Audio Specialist per l’emisfero est mondiale.

“Le aziende produttrici che hanno una divisione sviluppo e ricerca efficiente stanno investendo molte risorse per fornire adeguate risposte al processo audio di radio digitali. Purtroppo negli ultimi decenni la corsa incessante a suonare più forte in FM ha spinto verso un processamento audio che soffocava molte sonorità. Fortunatamente oggi ci sono soluzioni che consentono di togliere lo strangolamento già in FM e a maggior ragione ci sono altre versioni studiate ad hoc e non solo come estensione del processore FM che consentono di avere un’eccellente qualità per le diffusioni digitali (IP, DAB+, DTT) – continua Pandini Gastoldi -. Mi è capitato proprio in questi giorni di curare l’Audio Design di una radio digitale e sentirmi dire dai responsabili di avere scoperto dei suoni che prima non hanno mai sentito su pezzi anni ’70 e ’80 solitamente soffocati dal processore tradizionale.”Max Pandini Gasoldi NRJ - Radio 4.0. Sorpresa: il processamento audio delle radio IP rivela sonorita' mai sentite in FM. Per 40 anni abbiamo pensato solo a suonare piu' forte
A breve assisteremo all’esplosione del fenomeno dei brand bouquet radiofonici, costituiti da decine se non centinaia di radio verticali (in Francia NRJ ne ha 150) col fine di intercettare i gusti dell’utenza fidelizzandola prima che finisca ipnotizzata dalla analoghe proposte dei servizi di streaming on demand, come Spotify; si rende pertanto indispensabile colmare i gap di cultura tecnica sulla materia.
“Provate ad ascoltare via IP, magari con delle cuffie un suono IP ben processato e un brano con audio flat: il primo vi incollerà”, conclude Max Pandini Gastoldi. (E.G. per NL)