Radio e Tv. Broadcaster europei a Commissione UE: OTT globali opachi su trattamento dati utenti per fini pubblicitari

contenuti, GOOGLE, broadcaster

I broadcaster europei denunciano alla Commissione UE le pratiche e gli algoritmi utilizzati dalle Big Tech per organizzare e commercializzare i contenuti.
“Usano i dati degli utenti per massimizzare gli introiti pubblicitari attraverso algoritmi che sono in gran parte inspiegabili nei confronti del pubblico“.
Gli OTT globalimancano della necessaria trasparenza e le loro attività sono in netto contrasto con i servizi di media che sono soggetti a specifici standard normativi e sorveglianza in Europa“.

Broadcaster: Digital Services Act deve imporre a OTT comportamenti trasparenti

“Il Digital Services Act deve rafforzare i doveri delle piattaforme per combattere i contenuti illegali” e per offrire “trasparenza agli utenti e alle autorità”.
E’ quanto chiedono alla Commissione Ue le emittenti pubbliche e private europee in vista della presentazione a dicembre del nuovo pacchetto normativo destinato a regolare le Big Tech.

Impatti negativi delle piattaforme online globali sulle democrazie europee

Le associazioni delle radio e televisioni europee fanno appello a Bruxelles affinché agisca “contro gli impatti negativi delle piattaforme online globali sulle democrazie europee, sulla diversità culturale e pluralità dei media“.

Opacità dei comportamenti delle Big Tech

Le pratiche e gli algoritmi utilizzati dalle Big Tech per organizzare e commercializzare i contenuti ed i dati degli utenti per massimizzare gli introiti pubblicitari “rimangono in gran parte inspiegabili nei confronti del pubblico”.

Sbilanciamento degli standard normativi e sorveglianza europei

Mancano della necessaria trasparenza“, denunciano le emittenti, spiegando che l’attività dei colossi del web sono “in netto contrasto con i servizi di media che sono soggetti a specifici standard normativi e sorveglianza in Europa“. “Per questo motivo – aggiungono le associazioni – sosteniamo con forza le misure ex ante” su cui la Commissione è al lavoro per “mettere fine a queste pratiche sleali” e “correggere gli attuali squilibri”. (E.L. per NL)

printfriendly pdf button - Radio e Tv. Broadcaster europei a Commissione UE: OTT globali opachi su trattamento dati utenti per fini pubblicitari
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Radio e Tv. Broadcaster europei a Commissione UE: OTT globali opachi su trattamento dati utenti per fini pubblicitari

IN ARRIVO

Tv. Fuga dal satellite dei fornitori di contenuti