Radio. USA, Share of Ear: in un anno ascolto online triplica progressione. Problema è spiegare che la radio si sente anche non su una radio

share of ear

Share of Ear by Edison Research: la sfida a cui sono oggi chiamati gli editori USA è come convincere gli ascoltatori a seguire i contenuti radiofonici su dispositivi diversi. La radio non su una radio, in definitiva.
Secondo la ricerca Share of Ear dell’istituto Edison, l’ascolto della radio negli USA in modalità online (quindi tutte le piattaforme streaming) nel 2021 è aumentato di tre punti percentuali. Si tratta di una progressione rilevante, se si considera che l’incremento del 2020 sul 2019 era stato solo di un punto percentuale.

Share of ear 2021 - Radio. USA, Share of Ear: in un anno ascolto online triplica progressione. Problema è spiegare che la radio si sente anche non su una radio

Etere rimane dominante

Certo, l’audience rilevante rimane saldamente ancorata alla diffusione via etere (FM-HD Radio/AM/sat), che domina il complesso con l’88%. Ma l’online, passando dal 2020 al 2021 dal 9 al 12% segna una tendenza incentivata dallo sviluppo della fruizione streaming. Nel 2020 la penetrazione dell’ascolto IP era stata del 9%, mentre nel 2019 era all’8%.

Effetto Covid misurato da Share of Ear

Sappiamo che la pandemia ha spostato gli ascoltatori statunitensi dalle loro auto, dove la radio tradizionale è facilmente disponibile, alle loro case, dove è necessario accedere alla radio su diversi dispositivi (Share of Ear li identifica in: pc, tablet, smartphone, smart speaker, smart tv, ndr). La sfida è come convincere gli ascoltatori a seguire i contenuti radiofonici su dispositivi diversi: la radio non su una radio”, spiega Laura Ivey, direttore della ricerca presso Edison Research.

La ricerca

L’analisi di Edison Research misura l’intero mondo dell’audio, esaminando la piattaforma di ascolto, l’ora del giorno, il dispositivo su cui è stato consumato il contenuto, il tipo di programmazione e il luogo di fruizione.

La platea

Il servizio Share of Ear misura quale porzione di ascolto di contenuti AM/FM avviene su un ricevitore radio tradizionale (stand alone, autoradio) e quanto viene fatto su un dispositivo digitale. La metodologia rappresenta pienamente la popolazione 13+ degli Stati Uniti, inclusi non solo coloro che sono online, ma anche quelli che non sono connessi o lo sono parzialmente. (E.L. per NL)

printfriendly pdf button - Radio. USA, Share of Ear: in un anno ascolto online triplica progressione. Problema è spiegare che la radio si sente anche non su una radio
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Radio. USA, Share of Ear: in un anno ascolto online triplica progressione. Problema è spiegare che la radio si sente anche non su una radio

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL