Streaming on demand. Il gruppo Dazn pronto al lancio del servizio globale e ridefinisce i ruoli del team manageriale

Le mire espansionistiche della piattaforma svod focalizzata sugli eventi sportivi Dazn fa ben sperare che l’intero settore sportivo si riprenda dal duro colpo inflitto dall’emergenza sanitaria.
Nell’ottica di preparare il business al suo debutto a livello globale, il gruppo Dazn ha annunciato di aver ridefinito i ruoli manageriali, rinnovando il focus all’interno dei propri mercati originali.

Il gruppo Dazn ha previsto il lancio del servizio globale per quest’autunno

Diverse sono le priorità e gli obiettivi che Dazn ha intenzione di raggiungere nel breve termine. In particolare, per quest’autunno la piattaforma ha previsto il lancio dell’attesissimo servizio globale (ancora in fase di sviluppo), che raggiungerà oltre 200 Paesi.

Inizialmente l’offerta avrà come focus l’ampio catalogo internazionale di sport live, principalmente combattimenti premium di boxe, ma già dall’inizio del prossimo anno l’impegno della società sarà di arricchire il catalogo sportivo.

IIl gruppo Dazn punta a diventare il player leader nel settore

“Con la base di abbonati al servizio già sulla buona strada per essere completamente ripristinata ai livelli pre-Covid-19 entro il quarto trimestre di quest’anno, Dazn si sta preparando ad una nuova ed entusiasmante fase di crescita” ha dichiarato James Rushton, ceo ad interim del gruppo Dazn. “Continueremo ad investire nei nostri mercati principali, come dimostrano i recenti annunci sull’acquisizione dei pacchetti di UEFA Champions League e Bundesliga in Germania, Austria e Svizzera, aumentando allo stesso tempo il nostro impegno a diventare la piattaforma leader del settore concentrandoci sul prossimo lancio del servizio Dazn a livello globale”.

L’offerta di un mix contenuti live e non-live di qualità per fidelizzare i clienti

Lo sviluppo di contenuti non-live giocheranno un ruolo maggiore nell’espansione globale del servizio. “Dalla pandemia abbiamo imparato che la relazione tra l’engagement dei contenuti non-live e la fidelizzazione del cliente non è mai stata così forte” ha affermato Rushton, che prosegue “Abbiamo una profonda conoscenza dei nostri clienti e cercheremo di sviluppare una value proposition più ampia e più significativa fornendo un mix di contenuti live e non live di qualità, guidato dai dati e personalizzato, che attirerà le persone in piattaforma e le farà ritornare su questa regolarmente”.

Il riassetto dei ruoli manageriali

Al fine di rendere efficace questo piano di espansione internazionale, il gruppo ha così deciso di rinnovare la leadership.
John Gleasure (già membro del CdA, oltre ad essere uno dei fondatori di Dazn e del gruppo Perform) è stato nominato executive vice chairman. Nel suo nuovo ruolo, Gleasure affiancherà Rushton e il presidente esecutivo John Skipper.
Ed McCarthy ha assunto la carica di chief operating officer e sarà responsabile della strategia dei contenuti live e non-live di Dazn, nonché della nuova strategia di mercato. veronica diquattro dazn 1 - Streaming on demand. Il gruppo Dazn pronto al lancio del servizio globale e ridefinisce i ruoli del team managerialeTra i vertici c’è anche la manager italiana Veronica Diquattro (portando con sé l’esperienza maturata in aziende come Spotify e Google per le quali ha ricoperto ruoli di rilievo: è stata managing director southern and eastern europe di Spotify, dopo aver guidato il lancio del servizio musicale in Italia e nei mercati chiave dell’America Latina. Inoltre, ha anche lavorato al lancio di Android Market e Google Play in Italia per Google). Diquattro è stata promossa al ruolo di chief customer & innovation officer. Nello specifico, si occuperà di tutti gli aspetti legati alla customer experience, tra cui lo sviluppo del prodotto, del brand, della programmazione e dei contenuti editoriali, oltre a supervisionare anche le attività commerciali di Dazn in Italia e Spagna.

Morton & King

Paul Morton è stato nominato chief revenue officer, occupandosi di marketing, della distribuzione, degli spazi commerciali e dei mercati – compresa l’imminente offerta del servizio globale e nuove iniziative di business.
Infine, nel team c’è anche Ben King (entrato in Dazn nel 2019 dopo aver ricoperto per 12 anni diversi ruoli senior nel marketing, nel settore commerciale e nella direzione generale per Apple – iTunes, App Store e Apple Music – in tutto il mondo). Nel suo nuovo incarico da chief subscription officer, King seguirà la crescita del servizio e del portfolio clienti di Dazn – guidando la strategia di marketing e supervisionando gli accordi di distribuzione con i principali app store del mondo, con i produttori di dispositivi, con le società di telecomunicazioni e vendita al dettaglio. (G.S. per NL)

printfriendly pdf button - Streaming on demand. Il gruppo Dazn pronto al lancio del servizio globale e ridefinisce i ruoli del team manageriale