Home Radio e TV Web & musica. Apple acquista Shazam per “soli” 400 mln di dollari....

Web & musica. Apple acquista Shazam per “soli” 400 mln di dollari. Business riconoscimento musicale era sopravvalutato?

SHARE

Un affarone per Apple ed una svendita per Shazam, che dimostrerebbe che dietro il più famoso software per il riconoscimento dei brani musicali (autore e titolo) non c’è il business che si pensava?
La cifra di 400 mln di dollari che Apple avrebbe versato per aggiudicarsi la proprietà dell’app Shazam è infatti circa 1/3 di quella che il mercato si aspettava (durante una delle ultime raccolte fondi l’applicazione era stata infatti valutata oltre un miliardo di dollari). Proprio in base a tali considerazioni secondo alcuni analisti, in realtà, l’operazione potrebbe essere più articolata e la cifra resa nota sia solo una parte del prezzo. Secondo altri, invece, il business di Shazam era semplicemente sopravvalutato, sebbene variegato: ricordiamo – infatti e per esempio – che di Shazam esiste anche una versione “radio”.shazam radio - Web & musica. Apple acquista Shazam per "soli" 400 mln di dollari. Business riconoscimento musicale era sopravvalutato?Il servizio Shazam for Radio consente di riconoscere la programmazione (musica, singole trasmissioni, addirittura station ID), conduttori e la pubblicità delle stazioni radio attraverso l’app Shazam ed offre agli utenti “esperienze interattive in tempo reale sui dispositivi mobili”, come ad esempio ricevere i rapporti meteorologici iper-locali “Shazamable” della radio sugli smartphone.
Dal punto di vista commerciale, Shazam for Radio offre poi un valore aggiunto notevole, realizzando interazioni dirette tra l’ascoltatore e l’inserzionista, consentendo un monitoraggio sul ritorno sull’investimento (noto con l’acronimo ROI) ed una profilazione dell’utenza del medium e della clientela.


Secondo gli ideatori, Shazam for Radio rappresenta una nuova opportunità di reddito per le stazioni ed ha una forte attrattiva per gli inserzionisti: tra le tante cose, fornisce un nuovo canale di distribuzione per le promozioni ed è una forma di indottrinamento degli ascoltatori verso le peculiarità digitali (link diretto al sito, couponing, video, contest, download di app, calendarizzazione automatica degli eventi con avvisialert per saldi e promozione, ecc.). (E.G. per NL)