DTT. Prove tecniche di sopravvivenza in vista dello switch-off. Sperimentazioni a go go HBBTV su mux nazionali e locali

switch-off, HBBTV, L'hbbtv

Dopo lo switch-off DTT non ci sarà spazio per tutti sui nuovi mux locali (diverso è il caso dei nazionali, con la scomparsa del formato mpeg2 e di molti canali HD che migreranno su IP).
Così partono le contromisure per la sopravvivenza.
Tra queste, quella di bilanciare l’assenza di una diffusione diretta sul DTT locale post switch-off con le nuove funzionalità dei tv smart. Ma attenzione: a scanso di equivoci, non parliamo di realizzare app per i televisori.

Singole app sulle smart tv? Troppo complicato e costoso. Almeno per ora

“Troppo complicato presidiare con un’app specifica il variegato mondo dei produttori di televisori (smart)”, spiega Massimo Rinaldi ingegnere di Consultmedia applicato all’area Radio Tv 4.0.
“A parte la difficile rintracciabilità delle app negli smart HUB, abbiamo intrattenuto rapporti diretti con primari produttori di tv, come Samsung. Ma, alla fine, tra aspetti contrattuali stringenti e costante inseguimento degli aggiornamenti dei sistemi operativi dei vari tv, che si riflettono sul funzionamento dell’app del fornitore di contenuti, l’attuale gestione è francamente troppo impegnativa per i singoli editori.

massimo rinaldi - DTT. Prove tecniche di sopravvivenza in vista dello switch-off. Sperimentazioni a go go HBBTV su mux nazionali e locali

In attesa di una soluzione OTT per smart tv

Per questo, pur continuando a coltivare lo sviluppo di una soluzione OTT per le smart tv, abbiamo deciso di convergere nell’immediato sulla più semplice ed immediata opzione della Hybrid Broadband Broadcast Tv (HBBTV)”, sottolinea Rinaldi.

Connubio ideale tra la semplicità del telecomando DTT e capacità illimitata su IP

In effetti, l’HBBTV, come abbiamo più volte rimarcato in passato su queste pagine, appare il connubio ideale tra la semplicità d’impiego del telecomando DTT da parte dell’utenza e la capacità virtualmente illimitata di spazio su IP.

I nuovi tv sono tutti smart e le case sempre più connesse

Partiamo da due certezze.
I nuovi televisori sono tutti smart e l’esigenza di connettività per servizi primari indotta dalla crisi Covid-19 sta riducendo velocemente il digital divide. Dotando di connettività la maggioranza delle abitazioni.
Il combinato disposto dei due presupposti, conclama le soluzioni HBBTV come un ideale punto di incontro tra l’esigenza di sbocco tv degli editori e la scarsità di banda DTT dopo il prossimo switch-off.

hbbtv hybrid broadcast broadband tv - DTT. Prove tecniche di sopravvivenza in vista dello switch-off. Sperimentazioni a go go HBBTV su mux nazionali e locali

HBBTV opportunità di business per FSMA che avranno spazi dopo lo switch-off

“Non solo. La HBBTV non consuma banda sul DTT e l’applicazione costituisce una nuova opportunità di business per i FSMA (fornitori di servizi di media audiovisivi, ndr) nazionali e quelli locali della numerazione LCN pregiata (10/19)”, interviene nuovamente Rinaldi.

Le sperimentazioni Mainlink

“Gli FSMA locali che non troveranno spazio sul DTT dopo lo switch-off potranno, a costi contenuti, essere veicolati non solo su mux locali attraverso LCN pregiati, ma anche su mux nazionali con le app aggregatrici HBBTV. Consultmedia, consapevole di questo scenario, già da un paio d’anni aveva avviato sperimentazioni HBBTV. Test che sono ora arrivati alla fase conclusiva attraverso il partner tecnologico Mainlink. Il quale, dopo numerose colonizzazioni areali, da qualche giorno ha attivato la sua applicazione HBBTV M3Play anche sul canale 68 DTT”, evidenzia l’ingegnere.

HBBTV - DTT. Prove tecniche di sopravvivenza in vista dello switch-off. Sperimentazioni a go go HBBTV su mux nazionali e locali

Ma questa è solo una delle contromisure

“La soluzione HBBTV è inoltre un’opportunità anche per coloro che si collocheranno utilmente nelle graduatorie dei bandi FSMA, per la citata possibilità di veicolare terzi contenuti ma anche per integrare la propria offerta con proposte on demand. Tuttavia essa è solo una delle possibilità allo studio per gli FSMA che saranno privati di sbocco sui televisori“, conclude l’ing. Rinaldi. “Abbiamo infatti in fase avanzata di definizione alcuni ulteriori accordi su altri piani tecnologici, di cui daremo presto notizia”. (E.G. per NL)

printfriendly pdf button - DTT. Prove tecniche di sopravvivenza in vista dello switch-off. Sperimentazioni a go go HBBTV su mux nazionali e locali