Radio. Randy Lane: ora che brand conta più del segnale basta con slogan come The #1 Hit Music Station. Ecco su cosa invece si deve puntare

brand, randy Lane

“Randy Lane: bisogna cambiare approccio con la promozione dei brand radio. Gli ascoltatori apprezzano contenuti senza o con meno pubblicità; il posizionamento musicale è ancora importante, ma slogan come “Best Variety”, “The #1 Hit Music Station” e “Hit ’70, ’80 e ’90” saranno sempre meno efficaci mano a mano che gli ascoltatori trascorrono più tempo con le soluzioni on demand. La ricetta è “human connection in heavy rotation”, con la promozione dei talenti con la stessa frequenza del posizionamento musicale. Basta con le voci ufficiali; il pubblico ha una relazione più forte con il talento rispetto a un asettico voiceover. Usate la loro voce su promozioni e immagini della stazione”.

Randy Lane Company

The Randy Lane Company è una società statunitense specializzata in talent coaching, personal brand development per imprese radiotelevisive e di produzione di podcast e contenuti audio video. La mission è quella di “formare media personalities e sviluppare brand nell’ambito della comunicazione“. E proprio sull’importanza di un diverso approccio per la promozione del brand radiofonico, la Randy Lane Company è intervenuta sulla rivista tematica online Radioink, equivalente di NL negli USA.

Io ce l’ho più grosso

Anni fa, le stazioni USA si fregiavano della potenza del loro trasmettitore: 5.000 watt! 50.000 watt! 100.000 watt! Io ce l’ho più grosso, era il leitmotiv”, spiega Jeff McHugh di Randy Lane Company.

brand - Radio. Randy Lane: ora che brand conta più del segnale basta con slogan come The #1 Hit Music Station. Ecco su cosa invece si deve puntare

Non stop music in stereo

Negli anni 70 e 80 le stazioni erano poi solite marchiarsi con slogan relativi alla copertura delle 24 ore o alla codifica stereofonica”, ricorda McHugh a riguardo ad una tendenza tipica anche in Italia di un periodo che sembra un’era geologica fa.

euro radio nerviano - Radio. Randy Lane: ora che brand conta più del segnale basta con slogan come The #1 Hit Music Station. Ecco su cosa invece si deve puntare

Randy Lane: il brand oggi sono le personalità

“Ora che – come attesta una ricerca di Edison Research – metà degli americani paga per avere contenuti audio in streaming on demand per ascoltare gli show di Howard Stern, i podcast o quelle che considera le playlist musicali migliori, l’approccio alla promozione del brand deve essere completamente differente”.

La piramide dei media

Il concetto espresso da McHugh è peraltro completamento sovrapposto agli esiti della ricerca di Jacobs Media TechSurvey 2021 sulla Piramide dei media, di cui abbiamo dato conto sui queste pagine qualche settimana fa. Nel merito, Jacobs Media aveva rilevato, per quanto riguarda la radio via etere, una tendenza costante in corso dal 2017 all’ascolto delle personalità radiofoniche più che del singolo brand.

The #1 Hit Music Station

Gli ascoltatori apprezzano contenuti senza o con meno pubblicità; il posizionamento musicale è ancora importante, ma slogan come “Best Variety”, “The #1 Hit Music Station” e “hit ’70, ’80 e ’90” saranno sempre meno efficaci mano a mano che gli ascoltatori trascorrono più tempo con le soluzioni on demand”, continua l’esponente di Randy Lane Company.

howard stern - Radio. Randy Lane: ora che brand conta più del segnale basta con slogan come The #1 Hit Music Station. Ecco su cosa invece si deve puntare

Mettete in luce i talenti che avete in onda

“La migliore strategia di branding per la radio nel 2021 è mettere in luce i talenti. Il legame emotivo tra il pubblico e gli host preferiti ispirerà più fedeltà alla stazione rispetto ai vecchi modelli di promozione del brand.

Human connection in heavy rotation

La ricetta di Randy Lane è “human connection in heavy rotation“, con la promozione dei talenti con la stessa frequenza del posizionamento musicale. “Basta con le voci ufficiali:  il pubblico ha una relazione più forte con il talento rispetto a un asettico voiceover. Usate la loro voce – come se stessi nel personaggio – su promozioni e immagini della stazione”.

La vetrina

Il sito web e i social media sono la vetrina della stazione: la prima cosa che gli ascoltatori dovrebbero vedere quando visitano i canali digitali è il volto e la personalità delle migliori star in onda.

Best of

Analogamente, va incentivata la promozione del “Best of”: brevi clip dei programmi di punta che danno al pubblico un assaggio di quanto essi siano coinvolgenti. E ancora: ID dei talenti, clip ancora più brevi che definiscono il carattere della personalità di ogni star e intro V/O con le voci delle star della stazione come introduzioni di brani selezionati per tutto il giorno. Nel marketing esterno (cartelloni pubblicitari, televisione, social adv, ecc.) le personalitì devono essere sempre in evidenza”. Più del logo di stazione. (M.L. per NL)

printfriendly pdf button - Radio. Randy Lane: ora che brand conta più del segnale basta con slogan come The #1 Hit Music Station. Ecco su cosa invece si deve puntare
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Radio. Randy Lane: ora che brand conta più del segnale basta con slogan come The #1 Hit Music Station. Ecco su cosa invece si deve puntare

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL