IP TV. DAZN si aggiudica la serie A e si accorda con TIM per la connettività. Ulteriore vittoria dell’IP sulla TV lineare?

connettività

La serie A incorona DAZN. Il “novellino” dello sport in live streaming affossa il gigante SKY con un’offerta faraonica e si aggiudica il massimo campionato italiano.
Restano dubbi sulla connettività, ma TIM tende la mano alla piattaforma per risolverli. E potrebbe arrivare anche il DTT.

I pacchetti assegnati

DAZN, la piattaforma streaming specializzata nella trasmissione di eventi sportivi, si è aggiudicata il bando per l’assegnazione dei diritti sulle partite del campionato di calcio nostrano.
La programmazione è dunque arricchita dai due pacchetti ottenuti: uno riguardante i diritti di esclusiva di 7 partite settimanali (“pacchetto 1”), l’altro inerente 3 partite in co-esclusiva (“pacchetto 3”).

       1534543758 dazn seriea - IP TV. DAZN si aggiudica la serie A e si accorda con TIM per la connettività. Ulteriore vittoria dell’IP sulla TV lineare?

I diritti in co-esclusiva

Da queste assegnazioni rimangono esclusi i diritti in co-esclusiva sui match del sabato alle 20.45, della domenica alle 12.30 e del lunedì alle 20.45 (“pacchetto 2”).
Bisogna considerare che la co-esclusiva in Italia è obbligatoria, in quanto la legge vieta il monopolio sui diritti audiovisivi, che verrebbe sanzionato con l’annullamento automatico dell’asta.
Occorrerà quindi attendere ancora per sapere chi si affiancherà alla piattaforma londinese nella messa in onda delle partite delle future 3 stagioni.

Offerta superiore a SKY

L’offerta presentata dall’azienda britannica è pari a 840 milioni l’anno per i prossimi tre anni, ai quali verranno aggiunti ulteriori 70 milioni a stagione per le tre partite in co-esclusiva.
Così, Sky, diretta concorrente nel bando, si è vista scivolare via un mercato nel quale ha investito dal 2003. L’offerta presentata dalla ex società di Murdoch, pari a 750 milioni l’anno, non è bastata infatti a vincere la concorrenza della sua connazionale.

Offerta respinta

Oltre a ciò, l’azienda attualmente di Comcast si è vista respingere l’offerta che gli avrebbe garantito quantomeno i diritti in co-esclusiva.
La cifra proposta per la co-esclusiva, circa 87,5 milioni di euro l’anno, non è stata infatti accettata.
Confrontando gli investimenti, risulta che nel 2018 DAZN aveva stanziato 193 milioni per aggiudicarsi il medesimo pacchetto. Ma in quel caso trattava l’esclusiva assoluta sulle 3 partite in questione.

Lo streaming amplia il suo pubblico

Ormai è cosa nota come i servizi forniti dalle piattaforme streaming si stiano radicando sempre più nel quotidiano, a discapito della tv tradizionale (come, peraltro, già osservato più volte da questo periodico).
L’ultimo tassello aggiunto al mosaico delle programmazioni delle IP Tv sono quindi le partite di serie A.
Quanto detto permette di comprendere la necessità di disporre di una buona connessione (almeno 6/8 mbps) per assistere alle partite della massima competizione calcistica italiana.

Dubbi sul servizio

Il punto dolente della piattaforma DAZN sembra essere proprio quello legato alla connessione. Infatti, ciò ha generato diverse remore negli abbonati alla piattaforma, in particolare per quanto riguarda l’affidabilità del servizio.

Nuovo accordo per la connettività

Per colmare questo handicap, la piattaforma britannica ha annunciato la stipula di un accordo di partnership con TIM.
La società italiana, importando i contenuti DAZN su TIMVision (piattaforma streaming dell’omonima società di telefonia), garantirà al portale una connessione stabile e sicura.
Pertanto, l’accordo potrà giovare a entrambe le società: per la prima una migliore connettività, per la seconda una diffusione maggiore dei propri servizi internet e dei propri contenuti IP.

dazn tim - IP TV. DAZN si aggiudica la serie A e si accorda con TIM per la connettività. Ulteriore vittoria dell’IP sulla TV lineare?

Disparità di trattamento

Nonostante ciò, appare lecito domandarsi se un accordo di tal fatta possa comportare una disparità di trattamento per i diversi utenti di DAZN. Infatti, la piattaforma dovrà garantire a tutti gli abbonati pari condizioni, senza privilegiare i clienti TIM a discapito di chi ha in essere contratti con altri operatori.

Investimenti di TIM

Come detto, TIM avrà un ruolo centrale in questo accordo, che comporterà un investimento specifico pari a 340 milioni l’anno. Ciò sarà necessario per introdurre alcuni miglioramenti tecnici nella connessione, pensati ad hoc per poter rendere l’esperienza streaming offerta da DAZN ottimale.

Connessione ultraveloce

TIM, come ribadito da un proprio comunicato stampa, ha indicato che l’offerta DAZN sarà disponibile su TIMVision. In tal modo, sarà possibile sfruttare la connessione ultraveloce o UBB (ultrabroadband).
Tale tipologia di connessione è infatti disponibile in Italia tramite rete fissa e, ad oggi, può vantare una copertura del 90% su tutto il territorio.

       fibra - IP TV. DAZN si aggiudica la serie A e si accorda con TIM per la connettività. Ulteriore vittoria dell’IP sulla TV lineare?

Upgrade del sistema

Inoltre, TIM intende investire in diverse migliorie da applicare al sistema connettivo in suo possesso.
Infatti, l’azienda italiana è intenzionata a sfruttare il servizio di connessione FWA (Fixed Wireless Access), ovvero una tecnologia che utilizza un sistema ibrido di collegamenti via cavo e senza filo per offrire servizi di connettività, nonché la connessione WI-FI satellitare.
Implementando tali servizi, le due società intendono colmare l’assenza di connessione in alcune zone del paese, arrivando a coprire la totalità del territorio nazionale.

main italarga - IP TV. DAZN si aggiudica la serie A e si accorda con TIM per la connettività. Ulteriore vittoria dell’IP sulla TV lineare?

Anche DAZN punta a migliorarsi

La società di Feltham (Londra) ha reso noto che anch’essa intende apportare significative modifiche al sistema utilizzato per la trasmissione dei dati, al fine di alleggerire il peso degli stessi sulla rete.
Per rendere possibile ciò, l’OTT britannica intende utilizzare, con l’aiuto di TIM, un sistema MULTICAST in sostituzione dell’attuale UNICAST. Questo cambiamento andrebbe ad alleggerire il carico di dati in uscita, appianando il problema della loro velocità di elaborazione.
Inoltre, TIM vorrebbe utilizzare la tecnologia CDN (content delivery network) per coloro che fossero costretti, per motivi tecnici a rimanere in UNICAST.

DAZN anche in DTT

Da un’ultima comunicazione della società, risulta che la piattaforma sarà presente anche sul digitale terrestre.
A tal proposito, Veronica Diquattro, vicepresidente dell’area sud-europea DAZN, ha precisato laconicamente a La Stampa che “Nelle aree che vantano più problemi di rete in Italia ci saremo anche sul digitale terrestre […]”.

Protagonisti del cambiamento

DAZN e TIM si pongono come veri e propri protagonisti della transizione verso i contenuti digitali a discapito della tv lineare.
La serie A in mano ad una IP TV e i miglioramenti alla connettività porteranno ad una crescita ulteriore del pubblico delle piattaforme di streaming video on demand e di live streaming. (E.T. per NL)

printfriendly pdf button - IP TV. DAZN si aggiudica la serie A e si accorda con TIM per la connettività. Ulteriore vittoria dell’IP sulla TV lineare?
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - IP TV. DAZN si aggiudica la serie A e si accorda con TIM per la connettività. Ulteriore vittoria dell’IP sulla TV lineare?

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL