Home News Ticker Tv Radio. Lombardia: analisi graduatoria TER del 2018 relativa alla regione che ospita...

Radio. Lombardia: analisi graduatoria TER del 2018 relativa alla regione che ospita le emittenti piu’ importanti d’Italia in uno scenario che sta cambiando continuamente con tanti contenuti inediti in visual radio DTT

osare, graduatoria TER, piattaforme

Chiudiamo questa serie di articoli relativa alle classifiche regionali delle emittenti radiofoniche secondo la graduatoria TER Annuale 2018, Giorno Medio (le zone che mancano saranno esaminate in prossime occasioni), parlando della Lombardia, la regione che ospita buona parte delle reti nazionali private più importanti d’Italia e che tuttavia vede, a supporto, anche una serie di stazioni ‘interregionali’ di ottimo livello e anche Radio più locali che si fanno a loro volta valere; Milano naturalmente è al centro di tutto ma, come vedremo, la Lombardia è grande e popolosa e anche nelle altre province ci sono realtà assai rilevanti.

Partiamo naturalmente nella graduatoria TER dalle reti nazionali, che, a parte la Rai, RDS (che però è sempre più ‘di casa’ a Milano, per via delle varie iniziative avviate) e Kiss Kiss, sono tutte qui. RTL 102.5 è la prima a livello nazionale e anche in Lombardia, con 1.581 (dati x.000), pur in leggero calo sul 2017, seguita a distanza da Radio Italia con 1.084 e a ruota con 1.068 da Radio Deejay (che perde la seconda posizione che aveva nel 2017); al quarto posto c’è Radio 105 (959). Solo a questo punto c’è RDS (seconda invece a livello nazionale) col dato 697 e questo spiega il gran lavoro fatto ultimamente su Milano e sulla Lombardia dalla rete romana, di cui si diceva prima.RAI Radio Radioevolution - Radio. Lombardia: analisi graduatoria TER del 2018 relativa alla regione che ospita le emittenti piu' importanti d’Italia in uno scenario che sta cambiando continuamente con tanti contenuti inediti in visual radio DTT
La classifica delle nazionali in Lombardia nella graduatoria TER prosegue con RadioUno Rai (563; è in calo sul 2017) e poi con Virgin Radio (542, in crescita) e Radio 24 (527), che precede R101 (479, in leggera crescita). Solo al decimo posto è, qui, RadioDue Rai (313) che ha poco più ascolti di Radio Montecarlo (306), che in Lombardia trova dunque più ‘sostenitori’ rispetto al resto d’Italia.
Penalizzata invece, per ragioni intuibili, Radio Kiss Kiss (299), che però cresce parecchio sul 2017 e batte comunque una m2o, all’epoca non ancora ‘milanese’ (230), e una Radio Capital (208) in leggera crescita. Radiofreccia (194), per chiudere, cresce e riesce a battere RadioTre Rai (158, in calo) e IsoradioRai (solo 87).

Prima di venire alle altre emittenti lombarde della graduatoria TER, una citazione va agli ascolti delle Radio ‘di grandi dimensioni’ con sede in altre regioni. Su tutte domina decisamente Radio Sportiva (276) – per la quale a breve ci sarà un importante sviluppo televisivo sul DTT – che dunque qui ha più ascolti di m2o e Capital. Dopo Radio News 24 (100), stazione ancora una volta presente anche in visual radio DTT (pur su un mux limitato a Milano, Monza Brianza e Varese), ci sono, con ascolti significativi, Radio Birikina (87, in crescita; è forte soprattutto nella parte est della regione, naturalmente) e Radio Bruno (86; cresce in ascolti e da poco è arrivata anche a Milano, come noto) – entrambe con contributi solidi provenienti dal DTT attraverso il performante mux interregionale del provider Studio Tv 1 – mentre Radio Subasio (44) nel 2018 ancora ha fatto valere solo relativamente il suo approdo nel capoluogo regionale. Bene anche Radio Pico (39), mentre Radio Margherita qualcosina ottiene a sua volta (12). Si affacciano poi, fra le altre, Radio Cuore (10, ma nel 2017 erano 24) ma soprattutto Dimensione Suono Soft (10; ora potrà puntare più in alto, con la sua ‘versione milanese’).

Restiamo fra le antenne legate al gruppo RDS – passando alle Radio lombarde vere e proprie – con Discoradio (402 sui suoi 524 complessivi), che si piazza dunque al decimo posto assoluto in regione e batte nettamente tutte le altre emittenti locali. Segue un’altra stazione radicatissima a Milano e in Lombardia, ovvero Radio Italia Anni 60 (287), che passa al secondo posto ‘locale’, battendo l’altra ex-gloria del gruppo Zibetti Radio Zeta (275), che con la gestione RTL però ‘tiene’, tutto sommato, in Lombardia. Ha invece un calo, anche se non forte, un’altra importantissima stazione radiofonica lombarda, Radio Number One (passa dai 262 del 2017 ai 231 del 2018; da notare, per capire l’importanza della regione, che l’ascolto complessivo dell’emittente leader del ‘gruppo Gervasoni’ è di 309).

Sale poi di una posizione la lanciatissima emittente dance ‘quasi nazionale’ Radio Studio Più (159 in Lombardia sui suoi 296 complessivi) e riesce stavolta a precedere un’altra ‘gloria della Fm milanese e lombarda’, ovvero Radio Popolare (passa dai 160 del 2017 ai 142 del 2018 e il network nazionale, ormai molto relativo, non la aiuta molto, visto che l’ascolto complessivo è di 154).
Proseguiamo con tutta una serie di emittenti ben note anche al di fuori della regione: tiene ancora bene, forte del suo eccellente segnale, Gamma Radio (106 sui 116 complessivi) e resta su buoni livelli anche Radio Viva Fm (101, ma va bene anche fuori regione, visto che arriva nel complesso a 172).
Si torna nel gruppo Number One con la sempre più ‘vivace’ One Dance, che, anche grazie al canale televisivo DTT dalla buona numerazione, passa dai 58 del 2017 ai 75 del 2018 (sui 119 complessivi) e precede la ‘sorellina’ (di ben diverso genere musicale) Radio Millenote (iscritta,per la verità, come Radio Millenote Nostalgia), che scende un pochino, arrivando solo a 63. Un calo più accentuato lo fa registrare invece – spiace un po’ dirlo – Radio Reporter, che scende da 97 a 62, lo stesso ascolto della cattolica Radio Marconi. Piccola flessione per Otto Fm (54), stazione varesina diffusa soprattutto nel nord della regione ed in parte del Piemonte ma con una dimensione diffusiva molto importante sul DTT attraverso il canale visual 627.

Il dato di Lattemiele è stranamente diviso fra due stazioni, una con la sigla Pi (Pisa, evidentemente), che arriva a 40, e l’altra con la sigla Mi (Milano), con 1 (meglio evitare, dunque, i commenti). Radio 60, 70, 80 (32, ma ben 83 con il resto d’Italia) dà il suo apporto al gruppo Studio Più. Bergamo si difende mica male con Radio Bergamo (28) e Radio Alta (20); in mezzo c’è Radio Bresciasette (21, in calo). Cerca di difendersi nella graduatoria TER, pur con un dato minore del 2017, Radio Millennium (18).
Non ha invece affatto esordito bene un’emittente che (probabilmente anche in conseguenza di ciò) ha annunciato l’uscita di scena (quantomeno dalla FM), ovvero RMC Sport (9), che fa peggio di MC2 (RMC2) nel 2017 (15) e si vede appaiata dalla ‘sportiva locale’ Radio Milan Inter (anche sul DTT all’LCN 698), che esordisce (in TER) anch’essa a 9. Radio Circuito 29 (5 in Lombardia, 11 nel complesso) difende i ‘colori’ del Mantovano (ricordiamo le recenti novità nella zona), mentre esordisce a 3 Radio Pavia Più, ‘evoluzione’ nel capoluogo della ‘classica’ Radio Voghera (sempre in onda, peraltro).

Chi manca in questo lungo elenco relativo alla graduatoria TER lombarda?
Si noterà intanto l’assenza ‘pesante’ di Radio Lombardia, che ha preferito non iscriversi a TER e da poco si è dotata di un canale televisivo (LCN 626), anche se con una copertura non capillare del territorio.
E proprio l’evoluzione del mezzo, con l’affiancamento alla Radio della Tv sul DTT, va sottolineata con attenzione, perché ha ridato smalto a emittenti che non riuscivano più ad ‘emergere’ in FM o non intendevano investirvi.Radio 4 You - Radio. Lombardia: analisi graduatoria TER del 2018 relativa alla regione che ospita le emittenti piu' importanti d’Italia in uno scenario che sta cambiando continuamente con tanti contenuti inediti in visual radio DTT
Il fenomeno della visual radio DTT in Lombardia è infatti ormai estremamente rilevante, con l’arco 600 prevalentemente dedicato alla radiofonia (anche se presenze locali significative si annoverano pure nell’arco 200, nell’800 e nel 700).
E’ il caso, fra le altre stazioni della regione, di Italia Network di Domenico Zambarelli (diffusa sull’LCN nazionale 262, ex Convenienza Tv), di Radio City (LCN 616, ovviamente del gruppo Telecity – 7 Gold), della storica Radio Musica (LCN 608, diffusa anche su tutto il Piemonte), di NBC Milano (LCN 617), tornata in DTT con un formato oldies (70/80) dopo aver destinato l’altro canale regionale (693) alla citata Radio Millennium (con il canale, per ora audiografico, Millennium Tv-NBC), dell’ottima Radio Babayaga Tv (601), che vanta una delle diffusioni migliori attraverso il mux 59 di Telenova, completata proprio in questi giorni con l’acquisizione del canale 601 anche a Sondrio (rilevato da TSN) ed in procinto di sbarcare in Emilia-Romagna.Gaetano Risi Carrano Radio Musica - Radio. Lombardia: analisi graduatoria TER del 2018 relativa alla regione che ospita le emittenti piu' importanti d’Italia in uno scenario che sta cambiando continuamente con tanti contenuti inediti in visual radio DTT
Ma anche della superstation romana Radio Radio dell’editore Fabio Duranti (a cui come noto, solo parlare di graduatoria TER fa venire l’orticaria), presente sul canale 676 in “iso LCN” con Lazio – e presto in Emilia-Romagna – , che in Lombardia capita spesso di trovare sintonizzata nei locali pubblici; della barese Radio Popizz (diffusa sul 656 in Lombardia ma anche in Piemonte e nell’originaria Puglia); della rampante Radio 4 You, veicolata sul canale 649 in Lombardia e Piemonte, sul DAB+ in Sardegna, in FM in Piemonte attraverso una joint venture con Radio City Vercelli ed anch’essa pronta allo sbarco tv in Emilia-Romagna (regione evidentemente considerata strategica), dove sta andando forte il programma di Franco Lazzari Radio Fenomeni (dedicato proprio ai fenomeni radiofonici degli anni 70 e 80). Ultimo arrivo in ordine di tempo (anche se nuovi sbarchi sono attesi anche a giugno), il prodotto ibrido radio-tv 111 Tv dalla Liguria (veicolato in Lombardia sul mux di Telemilano ma anche in Sicilia).babayaga tv 601 - Radio. Lombardia: analisi graduatoria TER del 2018 relativa alla regione che ospita le emittenti piu' importanti d’Italia in uno scenario che sta cambiando continuamente con tanti contenuti inediti in visual radio DTT

Non sono poi nella graduatoria TER le importanti emittenti religiose nate e cresciute in Lombardia, ovvero sia Radio Maria che la ‘rivale’ Radio Mater, e neppure può essere misurata la ‘presenza cinese’ in Fm con Radio We e China Fm, così come Radio Classica, che con le sue frequenze ha appunto foraggiato la radiofonia con gli occhi a mandorla in Italia. Non ci sono neppure gli ascolti di una realtà significativa e molto particolare come Lifegate (presente sul DTT in audiografica sul canale 734), che pure gode di un grande seguito e per la quale sarebbero attese importanti novità in FM già dalla prossima settimana.
Che altro c’è in Lombardia fuori dalla graduatoria TER?
Molto altro, manco a dirlo: dalla ‘alternativa’ bresciana Radio Onda d’Urto a diverse Radio soprattutto dell’hinterland milanese (Radio Panda, Radio Delta International, sul DTT in audiografica al canale 870, Kristall Radio, Rcs – Radio Cernusco Stereo, Radio Hinterland, Radio Città Bollate), mentre fanno parte quasi solo della memoria FM varie altre esperienze significative. Basti pensare, fra le tante, a Radio Milano International, che sul Web però c’è di nuovo e per la quale qualcuno aveva ventilato un possibile sviluppo visual sul DTT, a Peter Flowers, ma anche a Radio Meneghina (caso unico di frequenza FM sostanzialmente dismessa a Milano) o a Radio Montestella.Radio Radio Tv - Radio. Lombardia: analisi graduatoria TER del 2018 relativa alla regione che ospita le emittenti piu' importanti d’Italia in uno scenario che sta cambiando continuamente con tanti contenuti inediti in visual radio DTT

Ma ci sono Radio degne di nota anche in altre province: alla rinfusa citiamo, per esempio: Radio Sondrio News (del gruppo tv TSN), Radio Valle Camonica, Radio Alfa (nel Mantovano), Radio Rete Kappa, Rci-Radio Calolzio International, Radio Pianeta, Radio Classica Bresciana, Radio Ecz, Ciao Como, Radio Cantù, Rete 104 Superlecco, Radio Missione Francescana (le Radio cattoliche in regione non mancano davvero), Radio Stella Fm, Radio Antenna 5 nel Cremasco. Infine, sempre grazie alla ‘ribalta televisiva’ sul DTT hanno trovato una discreta notorietà anche radio  ‘periferiche’ ma ben strutturate come Radio 51 Tv nel Bresciano e Radio Punto nel milanese (LCN 861). (M.R. per NL)

printfriendly pdf button - Radio. Lombardia: analisi graduatoria TER del 2018 relativa alla regione che ospita le emittenti piu' importanti d’Italia in uno scenario che sta cambiando continuamente con tanti contenuti inediti in visual radio DTT